venerdì 17 agosto 2018

RAVENNA LA POLIZIA LOCALE SALVA GATTINO FINITO NEL MOTORE


(ANSA) - RAVENNA, 16 AGO - Il gattino, di appena un mese di vita, era rimasto incastrato nel vano motore di un veicolo in sosta a Lido Adriano, nel Ravennate. A sentire il suo miagolio è stato un passante che ha allerttato la Polizia Municipale.
    Non riuscendo ad afferrare il gatto con l'ausilio dei Vigili del fuoco, in aggiunta agli uomini della Municipale è stata smontata la parte anteriore del veicolo e si è liberato l'animale.
    Il gatto impaurito, ma in buono stato di salute è stato affidato al proprietario del 'Bagno Corallo', che ha dato la sua disponibilità ad adottarlo.

giovedì 16 agosto 2018

BOCCONI AVVELENATI. CARABINIERI NEL PARCO A SCANDICCI

Sono in corso controlli dei carabinieri di Scandicci, con i colleghi della forestale di San Casciano e all'unità cinofila antiveleno, dopo il rinvenimento di bocconi avvelenati. L'Arma riferisce che sono stati registrati anche alcuni decessi di cani proprio a causa del cibo avvelenato. Il servizio di bonifica, svolto sia in strada che nei giardini, non ha portato al rinvenimento di ulteriori esche. Proseguono gli accertamenti per risalire a chi abbia messo i bocconi avvelenati.

CUCCIOLO DI CANE CADE IN UNO SCARICO. SALVATO DAI POMPIERI

(ANSA) - MILANO, 16 AGO - E' un cucciolo di cane di soli pochi giorni ed era nella gabbia con la madre, nel canile comunale di via Corelli a Milano. Ma è così piccolo che è riuscito a cadere in uno scarico vicino alla gabbia.
Sono dunque intervenuti i vigili del fuoco che hanno allargato il buco con il martello pneumatico e sono riusciti a salvare il piccolo cucciolo, per poi riconsegnarlo alla madre.
cucciolo. immagine di repertorio


GENOVA. AIDAA. CANE ESTRATTO DA MACERIE SE RIMANE SOLO LO PRENDIAMO NOI

Genova (16 agosto 2018) - Sono tante le persone che sui social si chiedono che fine farà il cane estratto ieri dalle macerie sotto il ponte Morandi crollato a Genova due giorni fà il cui proprietario è stato trovato morto. Il presidente di AIDAA Lorenzo Croce con una lettera che invierà al prefetto della città ligure anticipa la disponibilità dell'associazione a prendersene cura qualora in cane non avesse persone in grado di accudirlo. "In queste ore sono tante le persone che ci chiedono che cosa sarà del cane estratto dalle macerie- ci dice il presidente AIDAA- qualora non si dovesse trovare una sistemazione o non ci fossero persone della famiglia del suo proprietario pronte a prendersene cura, noi ci rendiamo disponibili, senza volerci sostituire a nessuno, insomma- conclude Croce- se proprio serve noi ci siamo".

CANE TENUTO NELLA SPORCIZIA. STIAMO INTERVENENDO

Quest'anno non ci occupiamo di cani sul balcone, ma in questa occasione stiamo intervenendo per risolvere la situazione di questo cane in provincia di Roma per motivi di sicurezza non possiamo dire altro sull'ubicazione del medesimo cane. vi tengo aggiornati.
stiamo intervenendo per capire la situazione. che appare drammatica

LASCIA A CASA IL CANE. I GENITORI LO DENUNCIANO PER ABBANDONO

Milano (16 agosto 2018) - "Da sempre si vanta di gestire lui il cane, invece quando se ne va al mare o in montagna in compagnia di amici o della fidanzata, il cane rimane da noi che siamo anziani e facciamo fatica a gestirlo vorremmo denunciare nostro figlio per abbandono di animale, ma prima di arrivare a tanto vorremmo sapere se potete parlargli voi, magari fatelo spaventare che cosi si prende cura del suo cane in maniera adeguata". Questa la telefonata arrivata nel pomeriggio di ferragosto al presidente nazionale di AIDAA Lorenzo Croce da due genitori residenti nel centro di Milano che accusano il figlio ultratrentenne di abbandonare il suo cane tutti i fine settimana e anche per il ponte di ferragosto. Il cane un bellissimo meticcio di 3 anni di grossa taglia soffre dell'assenza del suo padrone, che complice una fidanzata che odia i cani anche in questo ponte di ferragosto è andato via da casa lasciando il suo cane in custodia agli anziani genitori che si sono cosi rivolti all'associazione i cui volontari nei prossimi giorni contatteranno l'uomo per fare il punto della situazione e se del caso per sostenere i genitori nella denuncia contro il figlio per abbandono di animale, reato penale che prevede anche il carcere. "Di situazioni come queste ne capitano una decina all'anno nel caso presente- ci dice il presidente di AIDAA Lorenzo Croce ci sta anche l'aggravante della reiterazione del reato per decine di volte, se la capisce bene, altrimenti scatterà la denuncia senza remissione, se non dai genitori sicuramente da noi".
immagine di repertorio

TORINO.SAN BERNARDO UCCISO: TAGLIA DA 5.000 EURO SULLO SPARATORE

TORINO (16 AGOSTO 2018) - Una taglia da 5.000 euro è stata istituita dall'Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente sulla testa dell'assassino del cucciolo di san Bernardo ucciso con un colpo di carabina domenica 12 agosto a Caravino paese del Canavese in provincia di Torino. Secondo quanto appreso il cucciolo che avrebbe compiuto 8 mesi lunedi scorso è stato ucciso da un colpo di carabina sparato da mano ignota. Da qui la decisione dell'Associazione AIDAA comunicata dal presidente nazionale Lorenzo Croce di istituire una taglia di 5.000 euro sulla testa dello sparatore. "La taglia verrà pagata a chi aiuterà ad individuare, denunciare e far condannare in via definitiva con la sua testimonianza la persona autore dello sparo che ha ucciso il cucciolo di san Bernardo- ci dice Lorenzo Croce presidente di AIDAA- ovviamente oltre a fare segnalazioni ad AIDAA i testimoni dovranno rendere deposizione davanti alle forze dell'ordine".
per segnalazioni 3479269949 oppure scrivere a direttivo.aidaa@libero.it
cane san bernardo.immagine di repertorio