sabato 25 gennaio 2020

I CITTADINI AIUTANO A FAR ARRESTARE UN BRACCONIERE

I cittadini aiutano i carabinieri a stanare bracconiere a caccia di notte: uccisi due uccelli, sequestrate armi

I cittadini hanno contribuito a fermare un bracconiere avvertendo degli strani movimenti e spari che risuonavano nello spoletino a tarda serata e anche di notte. Ed è così che i Carabinieri Forestati, ispezionando le località di Uncinano, San Severo e Ocenelli del Comune di Spoleto, con mezzi e uomini in borghese, sono riusciti a cogliere in flagranza di reato un uomo a cui non era stata gia rinnovata sia la licenza da caccia che il porto d'armi. 
Ma nonostante l'assenza delle autorizzazioni necessarie, C.F. (le iniziali) aveva continuato ad esercitare l'attività venatoria in orari notturni. Al momento del fermo è stato trovato in possesso di un fucile semiautomatico, 102 cartucce e due esemplari di tordi uccisi. Nella perquisizione a casa sua  l’abitazione sono state ritrovate altre armi e cartucce che non poteva detenere. Tutto materiale sequestrato.
 


Potrebbe interessarti: http://www.perugiatoday.it/cronaca/spoleto-fermato-bracconiere-senza-licenza-caccia-notturna-uccisi-due-torni.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/PerugiaToday/100142986753754

venerdì 24 gennaio 2020

REGOLAMENTO TUTELA ANIMALI. ECCO LE PRIME DECISIONI PRESE DAL CONSIGLIO COMUNALE DI MILANO

E' iniziata ieri la maratona del consiglio comunale di Milano per l'approvazione del regolamento della tutela e benessere degli animali. La prima seduta ha visto una serie di votazioni in relazione agli emendamenti che riguardano le definizioni generali, ma il consiglio è poi entrato nel merito della situazione approvando una serie di integrazioni (e bocciandone altre) al testo approvato dalla giunta comunale. 
In particolare è stato dato il via libera
- al divieto di tenere i cani sul balcone (bocciato un emendamento piu restrittivo che a noi piaceva. comunque il principio di divieto è fatto salvo)
- nessuna museruola obbligatoria per i cani in aree pubbliche ed aree cani (questo ci piace assai)
- via libera ai corsi di tre giorni per la gestione dei cani (il patentino è buona cosa e deve valere per tutti i cani diventa invece discriminatorio se si parla di solo alcune razze).
Sostanzialmente queste sono le principali novità della prima giornata di votazione, rimane aperto per noi il punto fondamentale della lista dei cani pericolosi, alla quale siamo contrari e per la quale siamo pronti in caso di approvazione a impugnare davanti al TAR la deliberazione.

CHIARA FERRAGNI E LA PELLICCIA DI VOLPE. AIDAA: SCRIVIAMOGLI IL NOSTRO DISGUSTO


MILANO (24 Gennaio 2020) I cuccioli di volpe destinati ad essere uccisi per diventare pelliccia, appena finito lo svezzamento vengono strappati alla madre e successivamente chiude in minuscole gabbie dove attendono in base al tipo di produzione di pelliccia il loro turno per essere uccisi. I cuccioli di volpe vengono uccisi in due diversi modi. Se piccolissimi vengono ammassati in camere a gas ed uccisi con le esalazioni mortali di gas cosi come avviene per i visoni, oppure vengono uccisi in serie e immediatamente macellati per permettere il distacco della pelliccia ancora a sangue caldo. Una vita miserabile con la sola speranza di morire nella maniera meno crudele possibile, ecco cosa sta dietro alle pellicce di volpe indossate e promosse da Chiara Ferragni, una donna senza scrupoli che pur di guadagnare in passato ha fatto la promozione alle cinture e alle scarpe di pelle di cuccioli di coccodrilli uccisi sgozzati, ed ora si ripropone con un capo che gronda del sangue delle volpi (cuccioli e adulti) al solo scopo di far soldi. L'associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente in una nota ancora una volta denuncia: "Chiara Ferragni non ha alcuna considerazione per la sofferenza degli animali ed è direttamente responsabile della loro morte, in quanto con la sua visibilità rende i capi che indossa e promuove molto popolari e di conseguenza con una fetta ampia di mercato. I soldi che finiscono nelle sue tasche- conclude la nota animalista- sono macchiati di sangue cosi come macchiate di sangue di animali innocenti sono le sue azioni di promozione. Occorre - conclude il testo AIDAA-  boicottare in maniera pacifica ma sistematica le attività di questa persona".

ROCCA PRIORA. I GUARDIA PARCO PIZZICANO 4 BRACCONIERI

Nel corso delle quotidiane attività di vigilanza sul territorio, i Guardiaparco del Parco regionale dei Castelli Romani, hanno fermato alcune persone in atteggiamento di caccia.

I Guardiaparco, insospettiti da alcune auto ferme all’altezza dei pozzi della Doganella nel territorio di Rocca Priora, hanno perlustrato la zona e si sono imbattuti in quattro persone che, alla richiesta di identificazione, hanno risposto con la fuga. Nel frattempo sono stati allertati anche i Carabinieri di Rocca Priora che, arrivati sul posto, hanno collaborato con i Guardiaparco nel fermo dei quattro individui, i quali una volta portati in caserma, sono stati identificati.

Nel corso della perquisizione delle automobili sono stati trovati strumenti e munizioni, utilizzati verosimilmente per attività di bracconaggio (la caccia nel Parco è vietata), a questo punto è partita la denuncia per i quattro e per un’altra persona individuata in seguito. Le denunce sono state inoltrate alla procura di Velletri, che dovrà occuparsi del procedimento previsto per la convalida dei reati.

BOCCONI AVVELENATI A CAERANO. ARRIVA LA BONIFICA

Come comunicato dal sindaco di Caerano, Gianni Precoma, è giunta ieri mattina in Comune, da parte dell’associazione "Guardie per l’Ambiente" della Regione Veneto, la proposta di bonificare l’area inquinata dalla presenza di polpette tossiche.

In aggiunta a questa richiesta, il comandante della stazione forestale di Volpago del Montello avrebbe invitato il sindaco a considerare l’eventualità di chiamare i carabinieri forestali di Belluno per bonificare l’area mediante l’utilizzo di cani addestrati.

In un modo o nell’altro, il sindaco assicura che le zone saranno bonificate, una volta chiarita la procedura da mettere in atto.
"È importante però anche capire di preciso dove sono avvenuti tali episodi" dichiara Precoma, convinto che, se da una parte il responsabile ha commesso un reato, dall’altra le persone dovrebbero prestare maggiore accortezza quando portano il cane a passeggio, perché "la verità è che l’unico ad averne beneficiato è stato l’avvelenatore, che ha ottenuto ciò che voleva".


giovedì 23 gennaio 2020

LASCIA AL FREDDO LA CAGNOLINA. DENUNCIATO

Esiste un problema dei clochard che bevono e che di notte spesso lasciano i loro cani  spesso di piccola taglia al freddo o al massimo sotto una piccola copertina. L'ultimo di questi criminali, che niente hanno a che vedere con i clochard veri e propri che amano i loro cani è n signore bulgaro che nei giorni scorsi è stato trovato alle due di notte in zona stazione centrale dove dormiva ubriaco ed aveva al fianco una cagnolina di sette anni a lui intestata, sottopeso e in stato di semiassideramento. La cagnolina è stata presa in consegna da un veteriario collegato all'AIDAA e l'uomo sarà denunciato per maltrattamento di animali.

OGGI SI DISCUTE IL REGOLAMENTO BENESSERE ANIMALI IN CONSIGLIO COMUNALE A MILANO

Si inizia oggi pomeriggio alle 16.30 dopo gli interventi liberi dei consiglieri comunali a meno di colpi di scena dell'ultima ora si inizia finalmente la discussione degli articoli del nuovo regolamento del benessere animali del comune di Milano. Se volete seguire in diretta o in differita tutta la discussione potete farlo cliccando su questo link e poi cliccando su VIDEO CONSIGLIO