venerdì 17 novembre 2017

GATTO NERO DAY. LETTERA A PAPA FRANCESCO :RIABILITALI

ROMA (17 NOVEMBRE 2017) Nel giorno dedicato ai gatti neri il presidente di AIDAA Lorenzo Croce ha inviato una lettera aperta a Papa Francesco chiedendo la riabilitazione dei gatti neri definiti dalla bolla papale "VOX IN ROMA" editta da PAPA GREGORIO IX nel 1233 come "emissari del diavolo". Il presidente AIDAA nella sua lettera chiede testualmente al papa un atto riparatorio che annulli la precedente bolla papale : 
"Leggendo -scrive il presidente di AIDAA- il contenuto di tale bolla appare evidente l'ignoranza dei tempi e delle cose a cui faceva riferimento il suo predecessore, autore di un atto che è costato la vita (dapprima sui roghi con le streghe e poi come portatore di sfortuna nella concezione popolare e quindi destinato spesso ad essere ucciso appena nato) a milioni di esemplari di gatti neri.

Appare evidente e necessario un'atto ufficiale riparatorio da parte sua che preveda la restituzione della dignità di questi bellissimi animali, tra l'altro amatissimi dal suo predecessore Benedetto XVI. La Chiesa ha fatto molti passi sulla strada della riconciliazione ed ha riconosciuto gli errori commessi nei confronti degli uomini, ora ci aspettiamo che lo stesso metro venga usato nei confronti di questa che è una creatura di Dio al pari di tutte le altre.

Ma non basta un pronunciamento, serve un atto formale con il quale lei vicario di Cristo in terra smentisca le baggianate scritte dal suo predecessore e ridia dignità a questo animale chiedendo scusa per il male che la Chiesa tutta ha compiuto contro di lui."


PUò MAI ESSERE DEFINITO "EMISSARIO DEL DIAVOLO"?




OGGI E' IL GATTO NERO DAY

Roma (17 novembre 2017) - GATTO NERO DAY 2017 una giornata per contrastare tutte le superstizioni che  sopravvivono anche in questo ventunesimo secolo. L'iniziativa a tutela dei felini neromantati che vivono in Italia promossa dall'Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente, è giunta alla quattordicesima edizione italiana (ma con diverse modalità si celebra anche in altri paesi del mondo in particolare nell'est Europa ed in Russia) quest'anno vede due appuntamenti importanti,il primo riguarda la possibilità di pubblicare la foto del proprio gatto nero sul blog ufficiale dei mici neri gestito dall'associazione animalista che da quattordici anni ne promuove l'iniziativa, mentre questa sera alle 18 presso il Centro di Formazione dell'Ordine degli Avvocati di Genova si inaugurerà la mostra dedicata al gatto Nero (vedi locandina allegata),mosta a cui hanno aderito 31 artisti e che rimarrà aperta fino al prossimo 30 novembre. Ma l'iniziativa più eclatante riguarda la lettera che verrà resa nota nel pomeriggio di oggi con la quale il presidente AIDAA Lorenzo Croce chiede ufficialmente a Papa Francesco la riabilitazione ufficiale del gatto nero da parte della Chiesa Cattolica, in quanto per secoli a partire dal medio evo grazie ad una bolla papale il Gatto Nero è sempre stato considerato per la chiesa come il simbolo del diavolo e i gatti furono bruciati a migliaia sui roghi insieme alle streghe, mentre negli ultimi decenni il gatto nero è stato spesso oggetto di riti sacrificali da parte di sette esoteriche. Da qui la richiesta di AIDAA di una bolla papale per la sua riabilitazione ufficiale.


giovedì 16 novembre 2017

MILANO. IL PD BLOCCA ANCORA IL REGOLAMENTO DEL VERDE COMUNALE

Milano (16 novembre 2017) -  Ancora una sospensione dei lavori del nuovo regolamento del verde pubblico e privato da parte del consiglio comunale di Milano. Il regolamento la cui discussione e gestazione va avanti da oltre tre anni era tornato in aula la scorsa settimana dopo una manifestazione pubblica della parte ecologista del Pd e di altre associazioni, ma proprio il capogruppo del Partito Democratico Barberis ha chiesto e ottenuto di sospendere e rinviare (si spera a lunedi) la discussione sul regolamento del verde che va avanti penosamente da inizio legislatura. La decisione presa a maggioranza  di sinistra  con il voto anche della  estrema sinistra di Insieme per Milano che non ha battuto ciglio sulla richiesta del PD di posticipare per la terza volta in due anni questa discussione per avviare quella relativa ad una delibera urbanistica stracciando come carta straccia le dichiarazioni che davano questo regolamento tra le priorità assolute di cui si sono riempiti la bocca nei giorni scorsi. Il presidente di AIDAA Lorenzo Croce presente in aula (unica associazione ambientalista presente) ha espresso il proprio rammarico per questa scelta che ha definito "ridicola e scellarata". AIDAA per bocca dello stesso presidente e della vice presidente responsabile del settore ambiente ha auspicato: "una immediata ripresa della discussione su questo argomento in quanto è uno strumento necessario per il futuro della gestione del verde pubblico e privato di Milano".

DOMANI E' "IL GATTO NERO DAY"

Mai come quest'anno la ricorrenza del "Gatto Nero day" cade nel giorno giusto, si festeggia infatti domani venerdi 17 novembre la XIV edizione della giornata internazionale dedicata al gatto nero promossa dapprima a livello nazionale e poi a livello internazione dall'Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente - AIDAA giornata nata per la riabilitazione del gatto nero, e anche per contrastare le uccisioni dei gatti da parte di gruppi ed associazioni esoteriche o sataniste si è semprepiù in una giornata di celebrazione per i mici nero mantati che vivono nelle nostre case e che sono circa mezzo milione in Italia. Quest'anno la giornata vedrà diverse manifestazioni a livello locale ed internazionale organizzati da decine di associazioni che oramai hanno fatto propria questa ricorrenza e  che si svolgeranno tra domani e domenica, AIDAA che ha ideato questa giornata che da alcuni anni ha assunto la denominazione di  "Gatto Nero Day giornata contro tutte le sfortune" punta su due iniziative una a livello celebrativo che si svolgerà a Genova organizzata dal Centro  di Cultura e Formazione e Attività Forensi dell'Ordine degli avvocati di Genova dove domani sera alle 18 verrà inaugurata una mostra di arti varie (dalla pittura alla poesia) per celebrare il gatto nero,mostra che andrà avanti fino al 30 novembre (vedi locandina allegata),mentre a livello mediatico gia da giorni si stanno pubblicando le foto dei mici neri sull'Albo del Gatto nero,foto che possono essere inviate per la pubblicazione all'indirizzo di posta elettronica direttivo.aidaa@libero.it e che saranno postate fino alla fine del mese di novembre.

CINGHIALI IN AUTOSTRADA PROVOCANO INCIDENTE.

(ANSA) - PAVIA, 15 NOV - Due auto si sono schiantate contro un branco di cinghiali che stavano attraversando un tratto dell'autostrada A7 Milano-Genova nella carreggiata diretta al capoluogo lombardo. L'incidente si è verificato nelle vicinanze del casello di Bereguardo (Pavia). Una delle due auto, dopo lo schianto, si è ribaltata. Sul posto sono subito intervenuti i medici del 118: cinque persone sono rimaste lievemente ferite, ma non hanno voluto andare al pronto soccorso del San Matteo di Pavia per ulteriori accertamenti. Tre cinghiali sono rimasti uccisi. Il tratto di autostrada teatro dello scontro è rimasto chiuso per circa un'ora per consentire il soccorso ai feriti e la rimozione delle carcasse degli animali.

ANIMALI DI CITTA: SALVATO UN RAGNO IN UFFICO

Un ragno, uno degli animali piu diffusi in città è stato salvato dentro un ufficio nel cuore di Milano in via Durini a pochi passi da piazza Duomo. Il ragno si aggirava imperterrito sul pavimento di un ufficio e la Claudia che spesso si occupa di salvare gli animali che invece passano osservati agli occhi dei più ha visto bene di salvare il ragno mettendolo al sicuro in una zona non fredda ma dove non è a rischio la sua vita.


mercoledì 15 novembre 2017

MILANO. CLOCHARD CON I CANI. DOSSIER AIDAA 2017

MILANO (15 Novembre 2017) - Da un anno AIDAA si occupa di fatto quotidianamente dei cani dei clochard milanesi sia attraverso la distribuzione di cibo, ma anche incontrando e parlando proprio con gli stessi clochard che hanno con se come compagni di vita e viaggi il cane. 
In un anno le cose sono cambiate notevolmente, ed all'inizio di questo nuovo rigido inverno nonostante il comune abbia messo a disposizione alcuni posti letto nel dormitorio di via Graf (sono cinque i clochard che secondo i dati del comune dormono ogni notte nel dormitorio che li accoglie con i propri cani al seguito) sono in forte aumento i clochard italiani che vivono per strada con i propri cani ma vediamo per sommi capi questo mini dossier realizzato dai volontari AIDAA dopo un anno di lavoro a contatto diretto con i clochard con cani.
QUANTI SONO I CLOCHARD CON CANI A MILANO
A Milano complessivamente vi sono dalle 60 alle 130 persone che chiedono quotidianamente l'elemosina con il cane (variano in base ai giorni ed alle stagioni una trentina sono stanziali), a questi vanno aggiunti una quarantina di punk bestia che vivono con i loro cani spesso nelle case o nelle strutture abbandonate. 
CHI SONO I CLOCHARD CON I CANI
La mappa dei clochard con i cani è notevolmente cambiata, infatti oggi sono aumentati di circa il 40% gli italiani specialmente giovani che vivono per strada con il loro cane, mentre specialmente nelle vie del centro sono diminuiti gli stranieri che usavano i cani per raccogliere l'elemosina, questi erano in particolare bulgari. Un discorso a parte viene fatto per un gruppo stanziale di Rom che da anni raccoglie l'elemosina spesso fuori dai supermercati con i cani al seguito, alcuni di loro sono stati denunciati in quanto in possesso di cani di giovanissima età che spesso vengono anche venduti per pochi euro. In casi come questi AIDAA denuncia immediatamente la situazione alle forze dell'ordine e chiede l'immediato sequestro dei cani usati per raccogliere l'elemosina e non certo come compagni di vita. Complessivamente gli zingari da noi censiti che usano i cani a scopo di puro accattonaggio sono una trentina e operano prevalentemente davanti ai supermercati cittadini. 
LE DONNE CLOCHARD CON CANI
Sono in forte aumento le donne clochard che vivono in strada sole o con compagni occasionali e i loro cani, all'inizio dell'operazione CANI CLOCHARD DI AIDAA erano tre le ragazze censite, ora sono una quindicina sparse per le varie zone della città di cui tre nel centro cittadino. Un dato preoccupante trattandosi in almeno una decina di casi di giovani donne italiane, alle quali vanno aggiunte tre zingare e due o tre punk bestia che si muovono prevalentemente in metropolitana o tra le stazioni ferroviarie cittadine.
I CANI 
I cani sono nella maggioranza di piccola e media taglia, di quelli seguiti da noi quasi tutti sono microchippati e vaccinati, mentre vi sono almeno una ventina di clochard con i cani di grossa taglia, anche in questo caso comunque si tratta di cani che vivono in simbiosi con i propri padroni, diversa anche in questo caso la vicenda legata alla possibile tratta dei cuccioli che abbiamo piu volte segnalato che era gestita in centro da una famiglia di origine bulgara, mentre nelle zone dei supermercati il traffico di cuccioli è gestito da un gruppo di zingari molti dei quali vivono all'interno di strutture abbandonate nella zona a cavallo tra i comuni di Milano e Baranzate o in via Bolla. 

INVERNO. SIAMO PREOCCUPATI PER I CUCCIOLI DI KJ2

Trento (15 novembre 2017) - Molti ricorderanno la decisione dello scorso agosto del presidente della provincia di Trento Ugo Rossi di  far abbattere l'orsa KJ2 accusata ingiustamente di aver aggredito un anziano mentre in realtà era stato l'uomo armato di bastone ad aggredire l'orsa che si era limitata a rintuzzare tale attacco. Dopo l'uccisione di mamma orsa, molti esperti avevano espresso preoccupazione per la sorte dei due cuccioli, sostenendo che la loro vita era a rischio in quanto non avendo mai fatto letargo con mamma orsa non erano a conoscenza di quelle che sono le regole per individuare e preparare la tana per l'inverno con grossi rischi per la loro stessa sopravvivenza, bene ora mancano sei giorni all'inizio dell'inverno e non ci sono notizie certe sulla loro esistenza e sul loro stato di salute, per questo motivo AIDAA esprime la sua preoccupazione per i due cuccioli e chiede che le autorità competenti rendano note le reali condizioni ed i reali rischi che corrono i due cuccioli da qui alla fine del prossimo inverno che tra l'altro si preannuncia molto rigido.

FREDDO. I LUPI SCENDONO A VALLE. (E RISCHIANO LE FUCILATE)

Grosseto (15/11/2017) - Con l'improvviso abbassamento delle temperature di questi giorni iniziano a segnalarsi nelle zone della Toscana, in particolare nelle provincie di Grosseto e Livorno ma anche nelle località dell'appennino Emiliano ed in Trentino avvistamenti di lupi che si avvicinano ai centri abitati, al momento non si segnalano particolari rischi o avvicinamenti con rapimenti di animali,anche se il rischio che da qualche incontro ravvicinato possano partire fucilate all'indirizzo dei lupi. "Dopo il voto dell'ordine del giorno in Senato nei giorni scorsi quello che noi temiamo è proprio lo scatenarsi di una caccia indistinta al lupo anche se ovviamente illegale- ci dice Lorenzo Croce- quindi invitiamo le forze dell'ordine ed in particolare i carabinieri forestali a porre in essere iniziative a tutela del Lupo che potrebbe trasformarsi da predatore a preda di inusitati cacciatori dell'ultima ora".

FREDDO. A RISCHIO 35.000 CANI ANZIANI NEI CANILI ITALIANI

Roma (15 novembre 2017) Nei giorni scorsi abbiamo lanciato l'appello per i 5.000 cani che vivono per strada con i clochard che sono a rischio della vita a causa del freddo improvviso di questi giorni. Ma non solo loro sono gli animali a rischio, infatti tra i 150.000 cani ospitati nei canili pubblici e privati italiani sono ben 35.000 quelli che all'anagrafe canina hanno un'età avanzata e sono quindi considerati cani anziani e per motivi legati sia all'età che alle patologie sono a rischio per questo AIDAA invita i volontari ma anche i semplici cittadini a recarsi nei canili per portare coperte ed altri generi di conforto con particolare attenzione ai cani anziani. "Sono 5.000 i cani che hanno piu di dieci anni e che ogni anno muoiono per malattie o per vecchiaia dentro ai canili ed ai rifugi italiani- ci dice Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA- questo inverno chiediamo per loro una particolare attenzione da parte di chi i cani non può portarli a casa, infatti se per Natale sarebbe bello trovare una famiglia ai cagnoni anziani, ci rendiamo conto che sarà difficile per molti di loro uscire,allora invitiamo le persone a donare coperte e cibo riservato ai cagnoni anziani, ovviamente- conclude Croce- non andando alla cieca ma facendo donazioni concordate in base alle necessità coi volontari e con chi gestisce i canili e meglio ancora in casi specifici con il parere preventivo dei veterinari che si occupano della salute dei cagnoloni".

martedì 14 novembre 2017

MILANO. VIA PARETO. ALBERI DA SOSTITUIRE

In via Pareto a pochi passi dal cimitero Maggiore di MILANO risultano tagliati due importanti platani. Secondo quanto ci hanno riferito i residenti questi alberi nonostante diverse promesse non sono ancora stati sostituiti, ci premuriamo di segnalarlo pubblicamente e di chiedere al comune di inserirli nel piano di ripantumazione della prossima primavera.

UNO DEI TRONCHI TAGLIATI IN VIA PARETO

lunedì 13 novembre 2017

FREDDO. I COMUNI APRANO I DORMITORI AI 5.000 CLOCHARD CON I CANI

FREDDO. I COMUNI APRANO I DORMITORI AI 5.000 CLOCHARD CON I CANI
Roma (13 novembre 2017) - Un accorato appello ai sindaci ed alle amministrazioni comunali di tutta Italia arriva dal presidente di AIDAA Lorenzo Croce perchè in queste giornate di freddo riservino una aliquota dei posti nei dormitori pubblici anche a quei clochard con i cani che lo richiedono, infatti molto spesso i clochard con i cani al seguito vengono respinti dai dormitori che non prevedono l'accesso per le ore notture di fido, che spesso invece è l'unico amico dei clochard. "In Italia sono circa 5.000 i senza tetto con i cani al seguito che vivono prevalentemente nelle grandi città e molti di loro vivono con cani anziani- ci dice Lorenzo Croce presidente di AIDAA- la cui vista spesso è in pericolo a causa del freddo di queste notti. Noi - conclude Croce- stiamo fornendo da circa 20 giorni a Milano cibo e coperte per i cani clochard, ma con questo freddo non basta".  Sono oltre 5.000 i clochard in Italia che vivono per strada insieme ai loro cani.

ICEBERG. INIZIA IL CONTO ALLA ROVESCIA PER IL RITORNO

Secondo quanto abbiamo appreso direttamente dalle nostre fonti in Danimarca e confermato anche dalla corrispondete in ITALIA della Radio Danese la vicenda della detenzione di Iceberg dovrebbe essere agli sgoccioli,infatti dopo  che mercoledi è stata approvata la legge che prevede la possibilità di detenere e portare in Danimarca cani di grossa taglia, ora si stanno contando i giorni per la restituzione della cagnolona al suo padrone, dopo sei mesi di canile. 

domenica 12 novembre 2017

PELLICCE DI ANIMALI PROTETTE DALLA CINA (SEQUESTRATE)

(ANSA) - CAMPOBASSO, 10 NOV - Capi di abbigliamento confezionati con inserti di pelliccia di procione e altre specie animali tutelate, provenienti dalla Cina e privi di documentazione relativa all'importazione. Sono arrivati in Italia in violazione della normativa comunitaria e della Convezione di Washington che vieta l'importazione di pelli e pellicce ottenute attraverso il ricorso a mezzi selettivi e cruenti di cattura e uccisione. I capi di abbigliamento sono stati scoperti e sequestrati dai Carabinieri Forestali di Campobasso in un'attività commerciale del capoluogo. La Cina è tra quei Paesi che non garantiscono l'uso di metodi incruenti per la cattura e l'uccisione di animali utilizzati per la loro pelliccia. I Carabinieri Forestali hanno sequestrato anche 25 teche nelle quale erano custodite farfalle di grandi dimensioni del genere 'Troides' tassidermizzate, una pratica che consente di conservare a secco animali morti mantenendone l'aspetto e le dimensioni naturali. Gli esemplari, molto apprezzati dai collezionisti possono avere un singolo valore commerciale che arriva fino a 350 euro.Il sequestro si inserisce nell'ambito di una più ampia operazione effettuata dal Raggruppamento carabinieri 'Cites' di Roma in cui son stati rinvenuti a Sesto Fiorentino (Firenze) oltre 5.500 capi di abbigliamento, tra cappelli, sciarpe e guanti, realizzati con pelliccia di procione provenienti dalla Cina.

CANE SCUOIATO. ERA STATO IMMERSO NELL'ACQUA BOLLENTE

Il cane di proprietà di una coppia di Pregnana Milanese scomparso da casa lo scorso due novembre e poi ritrovato morto e scuoiato, sarebbe stato immerso nell'acqua bollente per le zampe per permettere di poterlo scuoiare, una vicenda già di per se agghiacciante che si arrichisce di nuovi particolari macabri, che la fa somigliare sempre di piu alla vicenda del gatto bolito e scuoiato che era stato ritrovato nei mesi scorsi a Inveruno sempre in provincia di Milano.

sabato 11 novembre 2017

VISONI GASATI E SCUOIATI PER DIVENTARE LE CIABATTE DELLA DE LELLIS

ROMA (11 novembre 2017) - Dietro le ciabatte che tanto mette in mostra la signora Giulia De Lellis dentro la casa del grande fratello VIP ci stanno morte e dolore, per questo riteniamo giusto spiegare cosa succede ai visoni prima che la loro pelliccia venga lavorata e trasformata in uno degli interni delle ciabatte tanto ostentate dalla De Lellis.
I visono sono tenuti in allevamenti intensivi ed in gabbie piccolissime, prima di essere uccisi vengono tenuti in piccoli gruppi in piccole gabbie (vedi foto uno) e successivamente inserie in una camera a gas in cui i visoni vengono uccisi per soffocamento appunto attraverso l'emissione di gas,successivamente vengono scuoiati e la loro pelliccia trasformata nei morbidi inteni della ciabatte pomosse nella casa del Grande Fratello VIP da Giulia De Lellis. "Quando abbiamo parlato di istigazione all'animalicidio della De Lellis avevamo fin troppo chiaro cosa stava dietro a quelle morbide ciabatte che costano anche oltre mille euro- ci dice Lorenzo Croce presidente di AIDAA- e ora vogliamo che tutti vedano e capiscano come ogni anno in Italia 500.000 Visoni vengono ammazzati nelle camere a gas e poi scuoiati (in alcuni casi ancora vivi) per poter lavorare la loro pelliccia, mi piacerebbe solo che la signora e chi come lei indossa quelle ciabatte prenda coscienza di quale dolore si nasconde dentro le ciabatte che portano ai loro piedi e forse cambierebbero idea".




la camera gas dove vengono uccisi i visoni usati per le ciabatte della DE LELLIS

FOTO 1 VISONI PRONTI PER LE CAMERE A GAS

GIRO PAPPE CANI CLOCHARD CON MARIA DE MUZIO (consigliera municipio 8)

Milano (11 novembre 2017) -  Il presidente nazionale di AIDAA Lorenzo Croce e la consigliera di municipio 8 Maria De Muzio di Forza Italia hanno fatto questa mattina il giro pappe per i cani dei clochard di Milano, distribuiti una ventina di chilogrammi di cibo secco ed umido,aiutati una decina di cani nei prossimi giorni in base alla raccolta che riusciremo a fare andremo a portare il cibo ai cani clochard della periferia e della zona di Milano Centrale.


alcune immagini della distribuzione del cibo ai cani clochard

UCCISO IL GATTO AL CONSIGLIERE REGIONALE


(ANSA) - TARANTO, 10 NOV - "Non è un mese fortunato! Dopo i gattini, questa notte il furto dell'auto. Grazie". E' l'amaro sfogo su Facebook di Giuseppe Turco, detto Peppo, consigliere regionale del gruppo "La Puglia con Emiliano". Nei giorni scorsi cinque gattini sono scomparsi dalla sua abitazione di Torricella, in provincia di Taranto. Poi gli hanno ucciso un altro gatto, Nerone, e infine hanno rubato l'auto a sua figlia, mentre svolgeva il servizio 118 a San Marzano di San Giuseppe.
    "Postare la propria tristezza - scrive Turco sul social network - può solo alleviarla. Dei miei 5 gattini, di cui ero e sono innamorato mi rimane musetto, gli altri scomparsi in appena 7 giorni, Nerone ucciso: sembrava dormire, fino a ieri sera me lo coccolavo, lo baciavo e lo accarezzavo. Non so chi o cosa sia accaduto, so che sto piangendo come un bambino e non me ne vergogno".



GATTO CHIUSO FUORI SUL BALCONE

Questo gatto è stato fotografato in una situazione assurda e di assoluta insicurezza su un balcone, si trova a Lecce  abbiamo avviato i controlli di rito. Vi aggiorno.

NO AGLI ALBERI TAGLIATI PER NATALE

Cari amici,
perche il Natale, da quest’anno, diventi davvero un messaggio di pace (con l’ambiente) Egregia\o… facciamo in modo che questo sia davvero l’anno della svolta e che il messaggio di pace sia reale, e non solo di facciata, come avviene ogni anno? Mai come quest’anno gli alberi dei nostri boschi sono stati le vittime di una guerra vile e totalizzante. Chi ne è stato testimone ha visto i grandi abeti accendersi e farsi avvolgere dalle fiamme come torce viventi, riducendosi in cenere in pochi minuti. Quale allora il sopraddetto messaggio? Non aggiungendo all’avvenuto scempio quello degli abbattimenti e gli smembramenti dei migliori abeti sopravvissuti per farne “super-ninnoli ” natalizi da esporre nelle piazze delle città. Come se quanto accaduto non ci avesse insegnato nulla. Sicuramente non mancheranno architetti ed ambientalisti in grado di sostituirli con progetti bellissimi, educativi e toccanti capaci di far riflettere e colpire le nuove generazioni, testimoni del tragico recente passato subito da questo Paese, ma anche responsabili del suo futuro. 

Ringraziamo  per l’attenzione.
Salvina Inzana - vice presidente AIDAA settore ambiente
Lorenzo Croce - presidente nazionale AIDAA

venerdì 10 novembre 2017

AIDAA RIETI E NOI PER GLI ANIMALI PER I CANI TERREMOTATI

La nostra responsabile di Rieti Raffaella De Vita ha portato ieri con altri amici dell'associazione NOI PER GLI ANIMALI un carico di cibo per i pelosi terremotati di Colla Daniele di Saletta nel comune di Amatrice. Grazie davvero.



IDEE VERDI IN CAMMINO IN VIA CEFALONIA

Oggi con la consigliera di municipio 8 Maria De MUZIO abbiamo incontrato il signor Luca Vaccariello un cittadino residente in via Cefalonia che ha delle interessanti idee per quanto riguarda il futuro verde della zona,  con lui abbiamo fatto anche un'ispezione anche agli alberi della vicina via Pareto dove due platani sono stati tagliati e non più sostituiti. Ci muoveremo con Maria a livello istituzionale ed associativo per risolvere la questione e promuovere le ottime idee del signor Vaccariello. Vi tengo aggiornato.


nelle foto: uno dei tronchi tagliati e un immagine di gruppo scattata questa mattina con il signor Vaccariello, Maria De Muzio consigliere Forza Italia al municipio 8 ed il presidente di AIDAA Lorenzo Croce


ABBIATEGRASSO. UN PITONE REALE ABBANDONATO NEL CANALE

Nei giorni scorsi due ragazzi di Abbiategrasso hanno notato una scatola di cartone galleggiare nel canale scolmatore.Hanno seguito la scatola a valle del saldo della CASALINA sono riusciti a tirare a riva la scatola con un bastone e all'interno di un sacchetto di plastica hanno trovato un pitone reale che dopo il comprensibile spavento si sono accorti che l'animale era stato ucciso in precedenza. Si cerca il proprietario che ha abbandonato l'animale dentro il canale scolmatore.

VANZAGO. CANE SCUOIATO E UCCISO CON UN COLPO DI ARMA DA FUOCO

il cane ritrovato scuoiato e ucciso con un colpo di arma da FUOCO (foto settegiorni.it)

Fog, un mastino dei Pirenei, scappato di casa il 28 ottobre, è stato ritrovato il 2 novembre in via Santo Stefano a Vanzago. Gli assassini hanno  tentato di occultare il corpo, portandolo in un’area preclusa a mezzi non autorizzati. Il cane presentava una ferita di arma da fuoco e il campo del ritrovamento era pregno di peluria del cane che fa pensare a un suo trascinamento e tentativo di occultamento del corpo, oltre alloscempio dello scuoiamento. Solo successivamente Fog è stato sotterrato sotto un mucchio di letame equino.
Il cane appartiene ad una famiglia di Pregnana Milanese da cui risultava essere scappato da alcuni giorni (oppure era stato rubato) sulla vicenda è aperta un inchiesta, AIDAA dal canto suo presenterà lunedi un esposto ai carabinieri per chiedere che vengano fatte indagini a tutto campo. 

giovedì 9 novembre 2017

GRAVISSIMO. IL SENATO DA VIA LIBERA ALL'ABBATTIMENTO DEI LUPI

Roma (9 novembre 2017) La commissione ambiente del Senato ha votato un ordine del giorno proposto dal deputato trentino Franco Panizza del partito popolare trentino tirolese, che di fatto da via libera al governo per "valutare la possibilità di adottare decisioni, nell'ambito delle misure della protezione del lupo, che tengano conto di dati più aggiornati relativi alla sua presenza. Dati che si basino sull'incremento numerico della specie e della sua capacità di diffondersi nell'arco alpino, al fine di tutelare al meglio la pubblica incolumità e di andare così incontro alle preoccupazioni degli abitanti del Trentino Alto Adige e delle zone frequentate dall'animale". Si tratta di un voto gravissimo che potrebbe mettere in seria discussione la decisione della Conferenza Stato Regioni che aveva bloccato il via libera al piano lupo che prevedeva l'abbattimento del 5% dei lupi presenti sul territorio nazionale. "Di fatto questo ordine del giorno approvato in sede di commissione ambiente del Senato potrebbe dare il via in deroga al piano nazionale Lupi all'abbattimento in base alle richieste delle singole regioni- ci dice Lorenzo Croce presidente di AIDAA- visto anche che diverse regioni tra cui proprio il Trentino e la Toscana ma anche Umbria ed Emilia Romagna hanno chiesto di poter abbattere i lupi, questo colpo di mano che rischiava di passare inosservato ai più ci obbliga a riprendere da subito la mobilitazione a tutela dei lupi specialmente nelle regioni che da sempre sono favorevoli al loro abbattimento".AIDAA invita tutte le altre associazioni animaliste a organizzare insieme presidi informativi e manifestazioni a tutela dei lupi nei territori in cui sono in pericolo.


ICEBERG TORNA A CASA

Il Parlamento danese ha approvato poco fa all’unanimità la legge salva Iceberg, la cagnolona di proprietà di Giuseppe Perna “detenuta” in un canile sanitario di Copenhagen. Il provvedimento sarà in vigore tra pochissimo, il giorno dopo la pubblicazione che dovrebbe avvenire a breve.  Il provvedimento sarà retroattivo, sono state necessarie tre votazioni per arrivare alla conclusione. La femmina di dogo argentino, di proprietà di uno chef avellinese, Giuseppe Perna, era stata sequestrata nel marzo scorso e condannata a morte perché specie proibita (come altre 12) in Danimarca. Il cane era entrato nel paese regolarmente, per via aerea, senza che alla dogana venisse bloccato, ed era stato sequestrato dalla polizia successivamente, a seguito di una zuffa con un altro cane.

TRAPANI. SEQUESTRATI 5 CANI MALTRATTATI


Nell’ambito del contrasto al fenomeno dei maltrattamenti di animali l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Trapani, lunedí scorso, ha proceduto al sequestro penale di 5 cani, di cui 3 di razza pitbull e 2 di razza american staffordshire terrier, tutti detenuti in condizioni di incompatibilità con la loro natura, in contrasto con il dettato di cui all’art. 727 del codice penale.
Il sequestro penale è stato operato, rispettivamente, a carico di ignoti relativamente ai cani di razza american staffordshire terrier e a carico di tre diversi soggetti, per quanto concerne i tre pitbull, in quanto, come è risultato dalla lettura dei microchip impiantati nei tre animali e dai successivi accertamenti effettuati dagli agenti della Squadra Volante, gli stessi erano stati abbandonati dai loro originari padroni.
In particolare, due dei tre soggetti, uno di 19 anni e l’altro 24 anni, sono risultati già gravati da pregiudizi di polizia in materia di reati contro il patrimonio e gli stupefacenti, mentre nulla è risultato a carico del terzo individuo.
Il blitz della Polizia di Stato è scattato nella prima mattina di lunedì scorso in un appezzamento di terreno nel comune di Erice Casa Santa, dove insistono dei fabbricati fatiscenti e pericolanti e in cui ignoti avevano apposto abusivamente dei lucchetti alle porte ivi presenti.
Gli agenti, nell’occasione coadiuvati dalle competenze tecniche del Servizio Veterinario dell’A.S.P. di Trapani, hanno subito constatato la presenza di pessime condizione di igiene e sicurezza.
Nello specifico, gli animali sono risultati malati, denutriti e non curati e i luoghi assolutamente inadatti alla loro detenzione e, pertanto, considerato il loro evidente stato di abbandono e le condizioni attualmente incompatibili con la loro natura, si è proceduto al sequestro dei predetti cani, i quali, dopo essere stati sottoposti alle opportune cure mediche, sono stati affidati in giudiziale custodia al Comune di Erice per essere detenuti in idonei locali.
Quindi, ad esito dell’attività di polizia giudiziaria i tre soggetti, risultati proprietari dei cani di razza pitbull sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria in ordine ai reati di abbandono di animali e detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura ex art. 727, primo e secondo comma del cod. pen., mentre analoga informativa di reato è stata effettuata a carico di ignoti in relazione ai cani di razza american staffordshire terrier.

mercoledì 8 novembre 2017

17 NOVEMBRE - XIV GATTO NERO DAY A GENOVA

GENOVA (8 NOVEMBRE 2017) - Si tinge di colori e immagini la quattordicesima edizione della Giornata del Gatto Nero Day prevista per venerdi 17 novembre. La giornata nata inizialmente per tutelare l'immagine e la storia del gatto nero è diventata sempre più un'appuntamento culturale e sociale che viene celebrato da più parti in Italia e nel mondo. Quest'anno la quattordicesima edizione della giornata internazionale del Gatto Nero promossa dall'Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente - AIDAA vedrà Genova come cittàdi riferimento per i festeggiamenti che quest'anno vedono come evento centrale l'organizzazione di una mosta promossa dal Centro di Cultura Formazione ed Attività Forensi dell'Ordine degli Avvocati di Genova in collaborazione con AIDAA che vedrà la partecipazione di 30 artisti che esporranno le loro opere (dai quadri alle poesie) tutte dedicate alla figura del gatto nero. La mostra  curata dall'avvocato Gabriella De Filippis verrà inaugurata proprio la sera del 17 novembre alle 18 presso la sede dell Centro in vi XII Ottobre 3 (secondo piano) e rimarrà aperta e visitabile fino il prossimo 30 novembre tutti i giorni dalle 10 alle 18. Inoltre AIDAA anche quest'anno metterà a disposizione il proprio blog dedicato ai gatti neri dove sarà possibile a far data 10 novembre inviare e veder pubblicate le foto dei propri mici nero mantati.

IL LINK DEL BLOG
https://albodelgattonero.blogspot.it/


le foto potranno essere inviate a
direttivo.aidaa@libero.it



martedì 7 novembre 2017

CHI PROTEGGE QUESTA DONNA E PERCHE????

TUTTI GLI ARTICOLI CHE RIGUARDANO GIULIA DE LELLIS VENGONO BOICOTTATI SCENTEMENTE. LE CIABATTE CHE APPARTENGONO A GUCCI,CHE AVEVA DICHIARATO DI SMETTERE CON LE PELLICCE FATTE CON PELO DI VISONE E AGNELLO SONO INTOCCABILI ANCHE NEI SITI WEB. QUALCUNO HA MINACCIATO DI TOGLIERE LA PUBBLICITA' SE SI PARLA MALE DI QUESTA DONNA. CHI LA PROTEGGE E PERCHE' UNA MOCCIOSA VENTUNENNE E' INTOCCABILE? MOTIVI DI PUBBLICITA'  OCCULTA O ALTRO? QUALCHE PEZZO GROSSO DIETRO QUESTA STRATEGIA? NOI NON CI FERMIAMO.

SARDEGNA. CERVO MASCHIO UCCISO A FUCILATE


Un maestoso esemplare di cervo maschio è stato ucciso nei boschi di Domusnovas. Il cervo è stato raggiunto al collo da un colpo di fucile caricato a pallettoni che ha provocato ferite profonde, ma senza riuscire ad ucciderlo immediatamente.
    L'animale, agonizzante, è riuscito a raggiungere la località Gutturu Farris, agro di Domusnovas, dove alcuni cacciatori che si trovavano in zona lo hanno visto e hanno subito chiamato il Corpo forestale di Iglesias.
    I ranger hanno raggiunto la zona insieme con i veterinari e il personale della Assl di Carbonia, ma non sono riusciti a salvare l'animale. Vista la sua bellezza sono state avviate le pratiche per l'imbalsamazione.
    È il secondo esemplare di cervo maschio che muore in meno di un mese. Poche settimane fa un altro maschio adulto è stato investito di notte lungo la strada tra Domusnovas e Vallermosa.


MILANO. ARRIVA L'ERBA ALL'ASILO DI VIA BRIVIO

GIARDINO SCUOLA MATERNA VIA BRIVIO. AIDAA PRONTA A DONARE L'ERBA

Milano (7 novembre 2017) AIDAA ha formalizzato l'offerta gratuita per il prato del giardino dell'Asilo di Via Brivio nel municipio otto di Milano. La proposta era stata ufficialmente avanzata lo scorso 2 novembre quanto il presidente AIDAA Lorenzo Croce insieme alla consigliera di municipio otto Maria De Muzio di Forza Italia aveva incontrato la responsabile della scuola d.ssa Franca Madonini, ora l'offerta è stata formalizzata con una mail inviata alla responsabile scolastica dal presidente AIDAA. "Noi abbiamo formalizzato la nostra proposta- ci dice Lorenzo Croce presidente AIDAA- ora lasciamo che l'iter si compia e speriamo prima della prossima estate di poter mettere a dimora l'erba e realizzare finalmente il giardino della scuola materna di via Brivio, un ringraziamento alla consigliera De Muzio che ci ha segnalato la situazione e che con noi la segue a livello istituzionale"

qui arriverà il prato. quello vero.

LA MAIL INVIATA STAMATTINA



ASSOCIAZIONE ITALIANA DIFESA ANIMALI ED AMBIENTE – AIDAA
Via Roma 62 – 20010 PREGNANA MILANESE
Iscritti nel registro dei portatori di interessi diffusi dell´Unione Europea dal 2011
Censiti nelle Istituzioni no profit da Istat con il numero 0000000379982
AIDAA nel web:
http://aidaa-animaliambiente.blogspot.it/
Mail: 
stampa.aidaa@libero.itdirettivo.aidaa@libero.itpresidenza.aidaa@libero.it
TELEFONO 3479269949 - 3511804615

alla dottoressa FRANCA MADONNINI
responsabile scuola materna via brivio Milano

alla consigliera Municipio 8
Maria De Muzio
Municipio 8  - Milano

oggetto. OFFERTA GRATUITA PRATO PER GIARDINO ASILO DI VIA BRIVIO

Come da accordi intercorsi nell'incontro di giovedi 2 novembre sono a confermare a nome dell'associazione italiana difesa animali ed ambiente di cui sono presidente nazionale e legale rappresentante l'offerta gratuita del prato da posare per il giardino di via Brivio a Milano,rimango a disposizione per ulteriori chiarimenti e incontri.
cordiali saluti
Lorenzo Croce
3479269949