martedì 30 settembre 2014

MONICA FASANO RESPONSABILE PROGETTO OASI TIGLI DI AIDAA


Monica Fasano è stata nominata oggi responsabile del progetto OASI DEI TIGLI DI MILANO. La nomina rientra nel progetto di riqualificazione dell'area dell'ex laghetto dei tigli di via Triboniano a Milano che dovrebbe diventare una fattoria didattica, o comunque un oasi cittadina aperta agli animali. La nomina di Monica Fasano a responsabile del progetto per AIDAA è il primo passo per arrivare alla realizzazione dell'oasi e per consolidare in maniera formale un rapporto tra AIDAA e Laghetto dei Tigli che va avanti da tempo, da qui la decisione della nomina e il benvenuto formale a Monica nella famigliona di AIDAA, anche se gia lei c'era da diverso tempo. 

4095 AGGRESSIONI TRA CANI IN UN ANNO


Roma (30 settembre 2014) – 4.905 aggressioni tra cani denunciate alle forze dell’ordine o segnalate per il rimborso delle spese veterinarie nel periodo compreso tra Ottobre 2013      e Settembre 2014. Di queste 296 hanno determinato la morte del cane aggredito, 3.123 sono state considerate con ferite gravi o gravissime atte da mettere a repentaglio la vita degli stessi animali aggrediti, mentre le restanti sono state considerate poco gravi o con ferite superficiali. Di queste 2.432 casi sono oggetto di richiesta di Rimborso alle assicurazioni, 800 i cani non assicurati. Le spese veterinarie si aggirano in media a circa 2.000 euro a prestazione (media) per ogni cane aggredito e 260 euro per i cani aggressori che a loro volta hanno riportato ferite. Tra i cani aggressori solo nel 30% dei casi si tratta di molossi comprese le ex razze a rischio, nel 45% del totale di cani di grossa taglia. Mentre tra gli aggrediti nel 70% si tratta di cani di piccola o media taglia. Le aggressioni segnalate sono avvenute nelle aree cani, nei parchi pubblici, per strada o nei giardini condominiali. Infine tra le regioni dove si sono registrate le maggiori aggressioni tra cani spiccano la Lombardia, il Veneto, la Puglia, la Calabria e le Marche. Va benissimo invece in valle d’Aosta, e nelle provincie di Trento e Bolzano con meno di dieci casi segnalati per ciascuna provincia nel corso di tutto il periodo esaminato. 

ANTONELLO DELL'ANNA NUOVO RESPONSABILE AIDAA MODUGNO


Anche a Modugno sbarca AIDAA e il nuovo responsabile della locale sezione nominato oggi dal presidente nazionale è il dottor ANTONELLO DELL'ANNA. medico, animalista che da tempo immemore segue e condivide tutte le iniziative di AIDAA, Antonello ha accolto con immenso piacere la proposta di prendere su di se la responsabilità di gestire questo nuovo gruppo di AIDAA in Puglia regione dove dopo la Lombardia AIDAA registra la maggior presenza di gruppi operativi e di soci. Un benvenuto ad Antonello nella grande famiglia AIDAA. 

LEILA NUR RESPONSABILE AIDAA PAVIA


Dopo un assenza di alcuni mesi dovuta a motivi personali, torna in AIDAA e la accolgo con immenso piacere ed immutato affetto la ex vice presidente nazionale (che sarà presto reintegrata nella sua carica storica) Leila Nur, Leila presente tra le prime in AIDAA ha ricoperto per sei anni l'incarico di vice presidente nazionale, ora torna con noi con l'incarico di responsabile della nuova sezione di AIDAA Pavia in attesa di un suo completo reinserimento nel ruolo che gli compete e gli spetta a lei va il nostro cordiale ed affettuoso ben tornata. 

NASCE AIDAA BARI GIOVANNA LARONCA NUOVA DELEGATA


AIDAA arriva nel capoluogo Pugliese infatti proprio oggi è stata nominata Giovanna Laronca quale nuova delegata della sezione barese di AIDAA, Giovanna da tempo opera in stretto contatto con la nostra associazione e la scelta di nominarla responsabile della sezione barese viene al termine di un naturale percorso di vicinanza e condivisione degli obbiettivi e delle iniziative. A Giovanna un caro benvenuto nella sempre piu grande famiglia AIDAA.

AIDAA ALLA PRESENTAZIONE LUPI DELLA VALLEVERDE BRESCIA


L’associazione Italiana Difesa Animali  Ambiente (AIDAA) sezione di Brescia nella figura della sua Vicepresidente nazionale Catia Gatto entra in contatto con  UCVPC Lupi Brescia della Valverde, un associazione Onlus iscritta nella Protezione Civile della provincia di Brescia
I Lupi Brescia della Valleverde  stanno portando avanti un progetto il cui scopo è quello di promuovere la serena convivenza di un amico a 4 zampe nel proprio nucleo familiare e nelle differenti situazioni che la vita quotidiana porta ad affrontare. 
 

A tale scopo hanno introdotto all’interno delle loro svariate attività un corso di formazione per il conseguimento del patentino CAE-1 Cane Buon Cittadino, col quale vengono valutate l'affidabilità e l'equilibrio psichico del cane nonché la capacità di controllo da parte del conduttore; il binomio verrà affiancato da esperti Educatori cinofili dell'associazione che metteranno a disposizione le più recenti tecniche di addestramento.

Il regolamento del test è definito dall’ENCI e prevede un esame finale affidato a giudici esperti di questo Ente, superato il quale verrà rilasciato anche un patentino con valore ufficiale.
 

I Lupi Brescia della Valverde vi aspettano il giorno 5 ottobre presso il loro centro di addestramento in via caduti del lavoro a Botticino (BS) dalle 10 alle 17 per le delucidazioni del caso.

Per informazioni contattate Barbara 338/7255465 oppure Stefano 348/1310334

Aidaa è fiera ed orgogliosa che esistano associazioni che mettano a disposizione dell'essere umano tutte le loro competenze per fa sì che la convivenza uomo-cane sia sempre un'esperienza di positivo arricchimento culturale e di vita vissuta.
LA VICE PRESIDENTE AIDAA CATIA GATTO CON "NEBBIA"..

UNA BRUTTA STORIA DI CANI E VETERINARI


riceviamo la storia di Roberto M. e volentieri la pubblichiamo. 



Salve  ,  mi chiamo Roberto M e scrivo dalla provincia di Reggio Emilia.

Vorrei segnalare una brutta storia
Un veterinario di Parma ma iscritto all' Ordine di Brescia  ha operato 
la mia cagnetta Lea, dichiarando e certificando con documenti di averle asportato l' utero infetto da una patologia denominata piometra.
Dopo il decesso di Lea , ho fatto eseguire un autopsia la quale dimostra che l' utero era stato tolto solo in parte e in quella residua non vi era presenza di nessuna infezione.
L' autopsia è stata filmata e, 6 veterinari con esperienza trentennale e lo zoo profilattico di Reggio Emilia testimoniano questo grave fatto.
Due veterinari sono luminari molto conosciuti.
La FNOVI  ( Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani ) ha 
archiviato il tutto.


In questo link si legge che la stella polare degli ordini sanitari, in 
cui è citato anche il presidente dell'Ordine dei Veterinari, è la tutela 
del cittadino:

Leggendo la mia storia mi sembra che la stella polare si sia girata 
dall'altra parte. La legge qui da pag. 10


ed è stata riportata anche su organi di stampa su internet come può vedere:


Perché scrivo queste righe? Perché voglio fare di tutto per evitare che altre persone subiscano quello che è capitato a me e alla mia Lea; se io fossi stato informato non sarei andato sulla fiducia così, perché credevo che i veterinari avessero obblighi molto più stringenti e che il loro Ordine fosse più severo in casi come questo.
Per questo per cortesia Vi chiedo di far circolare questo messaggio a tutti coloro che possono aver bisogno di rivolgersi ad un veterinario, 
in modo che sappiano cosa potrebbe succedere se non stanno attenti prima; dopo, ho amaramente constatato - è ben difficile rimediare.

Con la speranza di un vostro riscontro,  vi saluto cordialmente.


http://www.maipiucomelea.it/

NASCE AIDAA ROMA EST. EMANUELE LATTANZI DELEGATO


Nasce il secondo gruppo romano di AIDAA ed in particolare si occuperà di Tivoli e della zona Est della capitale, responsabile del nuovo gruppo della capitale è stato nominato dal presidente AIDAA Lorenzo Croce Emanuele Lattanzi, il nuovo gruppo va cosi ad affiancare il gruppo di Roma citta ed i nuovi gruppi in fase di costituzione sempre in provincia di Roma che sono diretti a livello provinciale dall'avvocato Paola Duval. Emanuele Lattanzi, animalista ed ambientalista da sempre segue con interesse le attività di AIDAA da diverso tempo, 22 anni insieme a Ludovica Orlando nuova responsabile della provincia di Lecce è tra gli esponenti della nuova generazione di AIDAA che entra a pieno titolo nella direzione dell'associazione. Un benvenuto a Emanuele nella grande famiglia di AIDAA. 

NASCE AIDAA LECCE. LUDOVICA ORLANDO NUOVA RESPONSABILE


Anche in Puglia AIDAA si amplia, nominata di concerto con la vice presidente Antonella Brunetti e con la responsabile regionale Urbano Filomena la nuova responsabile per AIDAA Lecce, si tratta di Sofia Ludovica Orlando, giovane ma super attivista animalista ed ambientalista che viene ad incrementare la già grande famiglia AIDAA della Puglia, a lei un caloroso benvenuto ed un abbraccio essendo la più giovane rappresentante della nostra associazione a livello nazionale. 

CARLO CATOZZI DELEGATO AIDAA LIVORNO


Carlo Catozzi avvocato del tribunale degli animali di AIDAA da sette anni, è il nuovo delegato AIDAA per Livorno, la nomina avvenuta nella giornata odierna corona di fatto l'impegno costante e silenzioso che in questi anni l'avvocato Catozzo ha messo nel tutelare gli animali e gli amici di AIDAA impegnati nelle battaglie a favore di animali ed ambiente nel territorio livornese e più in generale nel territorio toscano. A lui il benvenuto nella sempre più grande e piu numerosa famiglia AIDAA. 

NASCE AIDAA RAVENNA. GIUSEPPE PICCINI NUOVO RESPONSABILE


Un altro formale passo in avanti è stato fatto per il radicamento in Romagna della nostra associazione che da oggi può contare su un responsabile anche per la città e la provincia di Ravenna, si tratta di Giuseppe Piccini iscritto da cinque anni all'associazione e responsabile in pectore da alcuni mesi, ora con questa tornata di nomine abbiamo deciso di dare il via all'esperienza ravennate di cui Giuseppe sarà il nostro punto di riferimento. A lui e a tutti gli amici di Ravenna un benvenuto nella famiglia AIDAA.

AIDAA CARRARA. CONFERMATO MARCO CARLETTI


Una conferma anche per i responsabili della sezione AIDAA di Carrara retta da diversi anni dall'amico animalista Marco Carletti che viene riconfermato proprio in vista del congresso nazionale di gennaio. Marco non ha bisogno di molte presentazioni, animalista convinto da sempre, amico e socio di AIDAA della prima ora, da diversi anni ci rappresenta a Carrara senza clamori ma con interventi seri ed incisivi. Grazie Marco. 

SABRINA BARSOTTI CONFERMATA PER AIDAA PIOMBINO


In vista del quinto congresso nazionale di AIDAA si stà procedendo anche al rinnovo delle cariche istituizionali locali ed in particolare per quanto attiene le sezioni della toscana già esistenti si è deciso di confermare come responsabile AIDAA di Piombino Sabrina Barsotti, amica dei primi giorni dell'associazione animalista-ambientalista, a lei e a tutti gli amici di Piombino un grazie per il lavoro fatto in questi anni per la tutela degli animali e dell'ambiente. 

domenica 28 settembre 2014

BRIGITTE BARDOT. 80 ANNI DI AMORE PER GLI ANIMALI


Buon compleanno B.B.! Brigitte Bardot, ex icona sexy del cinema francese e fervente animalista, compie 80 anni OGGI e lancia un appello. In una lettera aperta al presidente, Francois Hollande, chiede l’abolizione della macellazione rituale e la chiusura dei mattatoi per cavalli.
“Sarebbe giusto concedermi queste due richieste dopo tanti anni di suppliche e d’attesa – ha scritto B.B. nella sua nota pubblicata dai quotidiani Le Figaro e Le Parisien – Se non le otterrò prima di morire dovrò dedurre che ho fallito la mia vita”. E ha concluso: “Queste sono le mie ultime volontà”. La Bardot vuole che tutti gli animali, prima di essere macellati secondo i riti halal o kasher, vengano storditi. Inoltre chiede una legge affinché il cavallo sia considerato un animale da compagnia e non da reddito, evitando così il macello. “Non demordo mai, sono come un pitbull, tenace – ha proseguito l’ex attrice che negli anni ’70 iniziò a posare nuda per fermare la strage di cuccioli di foca in Alaska – Da 40 anni non ho mai ottenuto nulla d’importante. Piccole cose senza grande importanza perché gli animali vengono sempre trattati in modo abominevole nel mondo e in Francia”.
E ancora: “Per quanto possa sembrare assurdo Hollande è l’unico presidente che abbia sempre rispettato le cose che gli ho chiesto”, ha detto B.B. che nel 2012 chiamò a votare per Marine Le Pen, la leader del Front National, “la sola ad avere denunciato lo scandalo della carne halal”. Bella e ribelle, il mito Brigitte Bardot nacque con ‘Et Dieu… crea la femme’, film scandalo nella Francia del 1956 di Roger Vadim in cui balla scalza un sensuale mambo. Ne seguirono una cinquantina tra cui ‘Il dispezzo’ di Jean-Luc Godard, ‘La ragazza del peccato’ di Claude Autant-Lara, ‘La verita” di Henri-Georges Clouzot, ‘Vita privata’ di Louis Malle.
Tra i suoi rimpianti, non aver girato con Fellini e Bergman. Fu la musa di grandi artisti come Andy Warhol e Richard Avedon. Eletta ‘Marianna’ di Francia, il suo stile dettò mode e tendenze. Fu la sola donna dell’epoca nel 1967 a essere ricevuta in pantaloni all’Eliseo dal generale Charles-de-Gaulle. La sua vita sentimentale fu movimentata tra numerosi flirt, tra cui Jean-Louis Trintignant, Serge Gainsbourg e Jimi Hendrix, e quattro matrimoni (Roger Vadim, l’attore Jacques Charrier, da cui ha avuto il suo unico figlio, Nicolas-Jacques Charrier, il ricco playboy tedesco Gunter Sachs e il politico di estrema destra Bernard d’Ormale). Nel 1973, B.B. lasciò definitivamente il cinema, per dedicarsi alla sua fondazione in difesa degli animali, vicino a Saint Tropez. “Ho dato la mia giovinezza e la mia bellezza agli uomini – ha spiegato in una delle ormai rare interviste e apparizioni in pubblico – riservo ora la mia saggezza e la mia esperienza, il meglio di me stessa, agli animali”.

GENITORI BOICOTTATE CAPPUCCETTO ROSSO

AIDAA. I GENITORI NON RACCONTINO  LA FIABA DI CAPPUCCETTO ROSSO.
basta con queste immagini


Roma (28 Settembre 2014) Che i lupi non sono affatto animali cattivi se ne sono accorti persino i cacciatori che in questi giorni ne hanno gia salvati due. Ora è arrivato il momento di riscattare a tutti i livelli il nostro amico lupo a partire dalla necessità di togliere dagli scaffali di tutte le librerie, le biblioteche pubbliche, scolastiche e private quell’orribile fiaba che si intitola CAPPUCCETTO ROSSO nella quale si paragona la figura del lupo a un animale cattivo e privo di scrupoli che non si fa problemi a mangiare la nonna per arrivare poi a mangiare la tenera carne di cappuccetto rosso. Un orrore vero e proprio che insieme a tante altre stupide filastrocche ha aiutato a promuovere l’immagine terrificante del lupo e allo stesso tempo a promuoverne lo sterminio che negli anni è stato fatto anche qui da noi dei lupi presenti sulle alpi e sugli appennini riducendoli a una specie in via di estinzione. “Dopo l’orrore di Peppa Pig che mostra i maialini felici- ci dice Lorenzo Croce presidente di AIDAA- quando invece sono sterminati nei mattatoi è ora di pensare alla distruzione di un altro falso mito alimentato da orribili fiabe, quello del lupo cattivo che viene tramandato da generazioni nei bambini con l’orribile fiaba di cappuccetto rosso dove il lupo viene presentato non solo come un animale cattivo, ma anche cinico e mangiatore di uomini. Ora siamo certi- conclude Croce- che ci sarà la solita levata di scudi e le grida delle vestali ma non ci interessa, noi vogliamo che i luoghi comuni che portano alla distruzione delle razze animali vengano superate, impariamo a raccontare ai nostri figli fiabe positive,e non fiabe dove gli animali sono sempre dei cattivi ed orribili soggetti. Noi chiediamo- conclude Croce- a tutti i genitori di non leggere più ai propri figli la fiaba di cappuccetto rosso, alle biblioteche di ritirarla dagli scafffali ed alle case editrici di smettere di pubblicare quell’orribile inno all’odio contro gli animali e a favore dei cacciatori assassini di animali”.

BERGAMO. CACCIATORE MUORE MENTRE TENTA DI SALVARE UN CANE


 (AGI) – Bergamo, 28 set. – Un cacciatore e’ morto annegato mentre cercava di aiutare il suo  caduto in acqua. E’ successo stamattina intorno alle 8,30 nei campi fra Almenno San Salvatore e Brembate Sopra, nel Bergamasco. L’uomo stava camminando nei campi attorno alla Cascina Colombera quando il  e’ caduto in un laghetto. Il cacciatore si e’ avvicinato per cercare di trarre in salvo l’animale ma e’ scivolato in acqua e non e’ piu’ riuscito a tornare a galla. Inutili i soccorsi. (AGI) . 

VICENDA AIDAA-MAMME MUSULMANE ANCORA UNA LETTERA E LE RISPOSTE


CI SCRIVE UNA MAMMA MUSULMANA

Buongiorno,
mi presento sono Fatimah, una mamma di origine marocchina che vive a Legnano in provincia di Milano, sono qui da molti anni anche se non ho mai preso la cittadinanza italiana ritenendi che il vostro paese sia impuro per la mia fedi musulmana.
Vi scrivo a nome di altre mamme dopo aver letto, un po in ritardi il vostro articolo sulle mamme che non vogliono mandare i figli alle gita scolastichi dove si visitano cani e maiali.
Hanno ragione quelle due mame infatti per la nostra fede (Allah è Grande) questi animali sono impuri, anzi per quanto riguardi il maiali è additittura un animale che rappresenta il male.
Anche io e le altre mame se ci chiederanno di mandare i nostri figli da cani e maiali non li mandiamo. 
Vergognatevi,voi e quell'associazione che ci chiede di rinunciare alla nostra fede per cani e maiali.
Lasciate in pace i nostri figli. Presrto anche voi vi converitite alla vera fede.
Allah è grande. Italiani siete impuri. 
Fatimah

risponde salvina inzana vice presidente aidaa e maestra elementare
Che il male lo rappresenta chi, in nome della religione, taglia la testa ai loro simili. Chi obbliga le donne a ritenersi inferiori agli uomini, uccidendole se non lo fanno. E il male lo fanno loro, queste mamme,  trasmettendo questi messaggi "malvagi" ai loro figli. I maiali, e tutti gli altri animali,  non tagliano teste, non lapidano le donne, non uccidono i bambini. E se non gli sta bene tornino nei loro Paesi. Con tanti auguri non di buona vita, ma di sola vita, perchè sarebbe già molto rimanerci, in vita. Visto la mancanza di cultura, rispetto, senso civico e critico della loro gente, le donne in primis purtroppo. IMPURI. Che vuol dire impuri? Ma lo sanno, queste mamme, che il primo concetto di impurità dei maiali è stata inventato solo per non far mangiare la carne di maiale che, a causa del grande caldo e l'assenza (ai tempi) di frigoriferi andava a male facilmente? E perchè poi anche i cani, sarebbero IMPURI? Perchè non portano le mutande?!? Perchè fanno l'amore senza sposarsi?!? In pubblico poi?!? E allora perchè solo i cani? Tutti gli animali sono impuri! Formiche, pulci, pidocchi, scarafaggi, lombrichi, lucertole, uccelli, pesci, galline, mucche ... e pure i microbi! Mamme "purissime" ! Smettete di respirare! Perchè ogni volta che lo fate immettete nei vostri purissimi polmoni microbi che fornicano e scopano a mille senza smettere mai. E non sapete che sulle vostre sopracciglia, sulla pelle, fra i denti ne avete altri che zompano alla grande, alla faccia della vostra illusione di purezza. Ricordavene ogni volta che  vi guardate allo specchio. Insieme ad una verità che, ipocritamente, fate finta di ignorare: la vita, su questo mondo, è nata grazie agli atti "impuri di tutti noi". Voi comprese.
RISPONDE CATIA GATTO VICE PRESIDENTE AIDAA
Sono loro i razzisti altro che....

CUCCIOLI DI DANIZA. LE FOTO DI IERI NOTTE

I cuccioli di Daniza sono rimasti insieme fino a pochi giorni fa ma ora si muovono in maniera indipendente anche se nella stessa zona in Val Rendena.  Iil Servizio Foreste e fauna della Provincia autonoma di Trento che prosegue l’attività di monitoraggio degli orsetti. Secondo gli esperti è possibile che i due animali, che appaiono in buona salute, si riuniscano in futuro. La loro localizzazione - ricorda ancora la Provincia di Trento - è resa possibile grazie all’ausilio di apparecchiature radio in grado di ricevere il segnale della marca auricolare che è stata applicata ad uno dei due cuccioli, ma anche attraverso rilevatori fotografici che hanno consentito di scattare qualche immagine utile a valutare il loro stato di salute.
ECCO PER IL BLOG DI AIDAA LE FOTO IN ESCLUSIVA SCATTATE NELLA NOTTE TRA VENERDI E SABATO. GRAZIE AD ANSA, TGCOM24 E AL SITO L'ULTIMA RIBATTUTA.



PETIZIONE PEPPA PIG: TRA POCO IL PARLAMENTO DECIDE


Nei prossimi giorni il parlamento europeo ed in particolare la commissione petizioni deciderà sull'ammissibilità della nostra proposta relativa all'introduzione nei cartoni animali che hanno come protagonisti degli animali la scritta in fondo al video dove si sostiene che gli animali non vivono affatto in condizioni cosi felici ma sono spesso invece costretti a vivere in allevamenti angusti dove aspettano la fine della loro vita. La proposta di AIDAA che si era centrata sulla proposta di boicottare il cartone animato Peppa Pig aprì una grande discussione negli scorsi mesi, ora il parlamento dovrà decidere se mandare avanti la proposta AIDAA o rigettarla. Attendiamo fiduciosi

sabato 27 settembre 2014

TAGLIA SUI RAPITORI DI GATTI NERI

AIDAA: 50.000 EURO DI  TAGLIA SUI SATANISTI RAPITORI DI GATTI NERI

Roma (27 settembre 2014) – Hanno ricominciato,manca poco più di un mese ad Halloween e sono ricominciate le segnalazioni di sparizione di gatti neri, nel corso dell’ultima settimana sono state complessivamente 1.116 le segnalazioni di gatti neri scomparsi e al momento non più rientrati a casa, in particolare le segnalazioni provengono dalla Lombardia ed in particolare dalle provincie di Varese, Brescia e Cremona. Dall’Emilia Romagna (Parma, Carpi e Modena), dal Lazio ( Tuscia (Viterbo) e Roma Nord e dalla valle del Treja), dal Piemonte (Alessandria e Verbania) e da Jesi nelle Marche.   Ma oltre ai rapimenti veri e propri di gatti per strada i satanisti moderni si sono organizzati chiedendo in adozione gatti neri, meglio se cuccioli attraverso internet.“Come ogni anno in questo periodo si intensificano le scomparse di gatti neri- ci dice Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA- anche se per fortuna ogni anno i numeri sono in diminuzione e come sempre il rischio è che almeno una buona parte di questi gatti finiscano in riti satanici per la notte di Halloween dove vengono sacrificati da pseudo sette sataniche. Da un paio d’anni sono comparsi anche annunci mirati di richieste di gatti neri meglio se cuccioli che si concentrano sui siti online proprio nel periodo che va da fine settembre a metà ottobre. Noi – conclude Croce- come sempre invitiamo le persone a cui viene rubato il gatto a fare denuncia, i gattili a verificare bene a chi vengono dati i mici neri ma quest’anno abbiamo deciso di individuare e denunciare i ladri ben prima della notte di Halloween “. Per questo AIDAA ha istituito una taglia complessiva di 50.000 euro che sarà pagata in diverse somme singole a chiunque aiuti a individuare e smascherare i ladri di gatti neri e le sette sataniche che li utilizzano per i sacrifici della notte di Halloween  o i posti dove vengono tenuti rinchiusi in attesa di quella notte.

MAGNOLIA DI VIA CAIROLI. UN INDEGNO BALLETTO TARGATO PD


Se la sono cantata e se la sono suonata da soli ed alla fine il buon Pisapia che non sapeva come levare le castagne dal fuoco dopo la rivolta popolare (e di un bel gruppo di consiglieri dello stesso Pd) contro l'assessore Rozza rea di aver dato il via libera al taglio di una bellissima magnolia in piazza Cairoli a Milano, dicevamo il buon Pisapia ha visto bene di dare la colpa alla Moratti dicendo che il progetto della pista ciclabile risaliva al lontano 2007.Sarà stato anche vero che il progetto risaliva al 2007 ma l'assessore-infermiera alle infrastrutture non ha nemmeno perso tempo a visionare un progetto che interessa il cuore di Milano a due passi dal Castello e da Piazza Duomo? Mi facciano il piacere, forse l'assessore Rozza Carmela si intende più di cateteri e pannoloni che di opere pubbliche ma possibile che nessun tecnico del comune gli abbia fatto presente che per fare la pista ciclabile ed allargare il marciapiede dovevano abbattere degli alberi che sono la bellezza del cuore di Milano? Mi facciano il piacere. Ma dopo che noi di AIDAA ci siamo fiondati giovedi in comune per chiedere conto all'assessore-infermiera notizie sulla decisione (ma l'assessore non era presente, come suo dovere, in consiglio comunale) ieri si è svolto un indegno balletto tutto targato Pd con i consiglieri comunali, capeggiati dal noto ex assessore regionale Monguzzi (ex verde, ex assessore ed ora consigliere in quota Pd nel comune di Milano - una vita nelle istituzioni) e una manciata di consiglieri di zona 1 a indignarsi per la decisione di abbattere la magnolia. Ma questa gente conosce o no i progetti della città, tra l'altro voluti dai loro stessi assessori, o comunque se precedenti non modificati? Un velo pietoso sull'opposizione che ha visto bene di latitare per mille motivi (unico che si è reso disponibile il consigliere del 5 Stelle Calise Mattia che vediamo lunedi pomeriggio) nemmeno uno valido, ma si sa loro a queste cose non badano, preferiscono occuparsi di altro.... (Vero Tatarella? Vero Rizzi?) Ora questa magnolia parrebbe salva, anzi secondo quando scrive Monguzzi non la si taglia piu. Ma per un albero salvato quanti l'assessore-infermiera o il figlioccio di Penati (Maran) intendono tagliarne senza alcun avvallo dell'assessore Bisconti che si occupa di verde ma si guarda bene dal difendere gli alberi anche se non rientrano in progetti di sua competenza. Ma si sa c'è verde e verde, alberi ed alberi. 
E' una vergogna che un comune come Milano debba decidere se tagliare o meno uno o cento alberi in base alla protesta popolare o agli articoli che appaiono sul corriere della sera o su repubblica. Siamo allo sbando totale. A noi di questi che fanno politica non ci interessa nulla (ieri tra l'altro si sono presi degli insulti non indifferenti che che dovrebbero farli riflettere) a noi interessa del verde e degli alberi di Milano e se Pisapia per decidere di non tagliare una magnolia deve discutere per alcuni giorni (lo dice lui al corriere della sera) con i suoi assessori o con gli uffici comunali, vuol dire che l'uomo non ha alcuna presa reale su quanto accade in città. Noi chiederemo di conoscere fin dove arriva la sega della Rozza tagliatrice di alberi e ci opporremo situazione per situazione albero per albero al loro taglio e denunceremo senza mezzi termini ogni volta che ne avremo l'occasione gli indegni balletti da qualunque parte provengano e che hanno una sola direzione: la vergogna. 

venerdì 26 settembre 2014

MILANO. RIQUALIFICARE CORSO SEMPIONE E' UNA PRIORITA'.

AIDAA. QUANDO LA RIQUALIFICAZIONE DI CORSO SEMPIONE ?
SERVE LA RIQUALIFICAZIONE DI CORSO SEMPIONE

Milano (25 settembre 2014) - Un progetto per riqualificare corso Sempione, salvandone gli alberi che in questo momento sono a rischio e realizzando una pista ciclabile che permetta di snellire il traffico (e i parcheggi abusivi) che ingolfano una delle arterie principali di Milano che collega Piazza Firenze all'arco della Pace. Un progetto che ha avuto l'avvallo e la firma di migliaia di cittadini che si sono radunati in comitato, un progetto che aveva fatto ben sperare le migliaia di residenti del corso ma del quale si rischia di perdere le tracce se non si accelera l'iter di realizzazione. Sul progetto è stato fatto in sede di consiglio comunale un lavoro di gran pregio dal consigliere PD Alessandro Giungi che da sempre ha appoggiato le idee e le proposte del comitato, facendole proprie, ora insieme al comitato ed al consigliere Giungi (e molti altri consiglieri non solo del Pd) si muove anche l'Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente che attraverso il suo presidente Lorenzo Croce e la responsabile ambiente Salvina Inzana nei prossimi giorni chiederà un incontro all'amministrazione milanese, al fine di perorare la causa della riqualificazione ambientale ed urbana di Corso Sempione cosi come voluto da migliaia di cittadini milanesi. 

PER L'INVERNO LE CITTA' APRANO I RIFUGI AI CLOCHARD

ARRIVA IL FREDDO. LE CITTA’ APRANO I RIFUGI AI CLOCHARD CON I CANI

Roma (25 settembre 2014) – Nelle prossime settimane ci inoltreremo sempre più nella stagione autunnale e con essa è previsto un aumento del freddo. Secondo alcuni esperti metereologi  inoltre l’inverno che sta per arrivare sarà uno dei più freddi degli ultimi decenni,  e a questo si deve sommare il  fatto che molte persone con il proprio animale domestico hanno perso la casa in questi ultimi anni andando a infoltire la schiera dei nuovi poveri senza tetto, per questo motivo con largo anticipo l’ASSOCIAZIONE ITALIANA DIFESA ANIMALI ED AMBIENTE – AIDAA lancia un appello ai sindaci delle maggiori città italiane affinchè già a partire da novembre dispongano che una parte dei rifugi per i senza tetto sia adibita all’ospitalità dei clochard con i loro cani al seguito che altrimenti come avviene da anni sono costretti o ad abbandonare il cane o a dormire all’addiaccio con tutte le conseguenze per la salute che ne possono conseguire.  “Lo scorso anno- dice Lorenzo Croce presidente di AIDAA- si era parlato di questa evenienza ma in grandi città come Milano e Roma non se ne fece niente proprio per la mancanza dei tempi tecnici per organizzare le strutture, quest’anno sapendo che la popolazione dei clochard con cani in Italia è aumentata e si aggira attorno alle 4 mila persone senza tetto, chiediamo che le amministrazioni pubbliche si mettano una mano sulla coscenza e aprano le strutture pubbliche come i dormitori anche ai clochard con gli amici pelosi al seguito, da parte nostra- conclude Croce- stiamo studiando la possibilità di convenzionare con alcune strutture private l’ospitalità dei clochard con i cani al seguito in modo da ampliare l’offerta di posti letto per i clochard con fido al seguito specialmente nelle piccole città”

AIDAA. GIU LE MANI DALLA MAGNOLIA DI PIAZZA CAIROLI A MILANO



Milano, 25 set. (Adnkronos) - L'Associazione italiana difesa animali e ambiente ha bloccato questo pomeriggio l'abbattimento di alcuni alberi secolari, tra cui una magnolia, in piazza Cairoli a Milano. L'intervento era stato disposto dal comune nell'ambito dei lavori in vista di Expo 2015. Durante gli scavi sono stati trovati dei tubi del metano che rendevano pericoloso andare avanti. A quel punto, i membri dell'Aida hanno bloccato i lavori minacciando di chiamare i carabinieri, spiega il presidente dell'associazione Lorenzo Croce. "Andremo a palazzo Marino - dice- per avere un confronto con gli assessori Rozza e Bisconti che siamo pronti a denunciare penalmente se si deciderà di andare avanti con i lavori".
                                                                                                                                                 
                                                                                                                                                 
                                                                                                                                                 
                                                                                                                                                 
                                                                                                                                                 
                                                                                                                                                 
                                                                                                                                                 
                                                                                                                                     

giovedì 25 settembre 2014

VITERBO. CACCIATORE IN PROGNOSI RISERVATA

ISCHIA DI CASTRO – Incidente di caccia in tarda mattinata a Ischia di Castro, nei pressi di strada Doganella. Secondo quanto appreso poco prima delle 12 M.P., 41enne di Montalto, è scivolato in un fossato e nella caduta è rimasto ferito da un colpo del suo fucile esploso accidentalmente.  


Le persone che partecipavano con lui alla battuta di caccia hanno subito allertato i soccorsi e sul posto sono giunti i sanitari del 118, i vigili del fuoco e i carabinieri. Lo sfortunato cacciatore è rimasto ferito a una spalla e al torace e in seguito al trasporto con l’eliambulanza Pegaso 33 a Belcolle è stato operato e ricoverato in prognosi riservata.

CANE DI VIA INGEGNOLI ECCO GLI ATTI


ECCO GLI ATTI DI AIDAA CHE HANNO PORTATO ALL'APERTURA DELL'INCHIESTA DA PARTE DELLA PROCURA DI MILANO SULLA SITUAZIONE DEL CANE DI VIA INGEGNOLI AFFIDANDO LE INDAGINI AL NIPAF DEL CORPO FORESTALE DELLO STATO. 

PRIMA SEGNALAZIONE AIDAA ALL'UFFICIO TUTELA ANIMALI DEL COMUNE DI MILANO E DENUNCIA ALLA PROCURA DI MILANO DATA 8 LUGLIO 2014


----Messaggio originale----
Da: SBQV.UfficioTutelaAnimali@comune.milano.it
Data: 08/07/2014 14.54
A: "segnalazionereati@libero.it"<segnalazionereati@libero.it>
Ogg: Rif: R: segnalazione maltrattamento animale ai sensi articolo 544 codice penale

Gentilissimo Lorenzo,

mi scuso per la mia mail  di risposta, i dati del proprietario del cane era già presenti nella sua mail, ho inoltrato agli organi di competenza la sua segnalazione e rimaniamo in attesa di un riscontro.

Cordialmente
                                              Per il Servizio Tutela Animali
                                                       

Gisella Perelli

ServizioTutela Animali
Direzione Centrale Sport, Benessere e Qualità della Vita
Via Dogana 2
tel. 02 884. 62621   - fax 02 88463646  
www.comune.milano.it/milanoanimali

Ai sensi del D. Lgs. n. 196/2003, preciso che le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate e ad uso esclusivo del destinatario. Qualora il messaggio in parola Le fosse pervenuto per errore, La invito ad eliminarlo senza copiarlo e a non inoltrarlo a terzi, dandomene gentilmente comunicazione. Grazie.





Da:        "segnalazionereati@libero.it" <segnalazionereati@libero.it>
Per:        <sbqv.ufficiotutelaanimali@comune.milano.it>, <servizi.veterinari@asl.milano.it>
Cc:        <procura.milano@giustizia.it>
Data:        07/07/2014 12:02
Oggetto:        R: segnalazione maltrattamento animale ai sensi articolo 544 codice penale





Spettabile ufficio garante tutela animali comune di Milano,

Io sottoscritto Lorenzo Croce nato a RHO IL 23 APRILE 1964 nella mia funzione di presidente nazionale dell'associazione italiana difesa animali ed ambiente- aidaa con sede legale in pregnana milanese via roma 63,mi rivolgo a codesto ufficio diritti animali e a codesto servizio veterinario per informarvi di aver ricevuto una segnalazione relativa alla mal tenuta di un cane di proprietà del signor Marco Tosi residente al quinto piano di un palazzo di via Ingegnoli 25 a Milano.
Secondo la segnalazione ricevuta dalla nostra associazione il cane si trova a vivere perennemente sul balcone riparato solo da un telo verde (vedi foto allegate) la tapparella di casa rimane perennemente chiusa e non è chiaro se il cane, un simil pastore tedesco, sia munito di acqua e cibo, ma sopratutto secondo quando ci è stato comunicato il cane vive perennemente seduto in quanto non ha alcuna possibilità di movimento sul balconcino. Chiedo l'immediato intervento di controllo ed il sequestro dell'animale , noi stiamo provvedendo per una denuncia nei confronti del proprietario ai sensi dell'articolo 544 del codice penale. 
Confermo altresi di aver parlato con l'amministratore del condominio al quale ho girato le foto e la segnalazione e che si è dimostrato molto collaborativo nell'interesse del benessere dell'animale, fornendo tutte le informazioni a sua disposizione
In attesa si porgono cordiali saluti. 
Lorenzo Croce
per contatti 3926552051-3478883546 
conseguente segnalazione al servizio veterinario asl di milano da cui sono scaturiti i due controlli asl vigili che hanno portato alla rimozione del cane dal balconcino 


----Messaggio originale----
Da: segnalazionereati@libero.it
Data: 14/07/2014 12.33
A: <distrettoveterinariosud@asl.milano.it>
Ogg: I: segnalazione maltrattamento animale ai sensi articolo 544 codice penale

attenzione dottor pirola

----Messaggio originale----
Da: segnalazionereati@libero.it
Data: 14/07/2014 12.29
A: <sbqv.ufficiotutelaanimali@comune.milano.it>, <servizi.veterinari@asl.milano.it>
Cc: <procura.milano@giustizia.it>
Ogg: I: segnalazione maltrattamento animale ai sensi articolo 544 codice penale

facendo seguito alla precedente segnalazione vi allego la foto esplicita del balcone sul quale si trova il cane 24 ore al giorno.

----Messaggio originale----
Da: segnalazionereati@libero.it
Data: 07/07/2014 12.01
A: <sbqv.ufficiotutelaanimali@comune.milano.it>, <servizi.veterinari@asl.milano.it>
Cc: <procura.milano@giustizia.it>
Ogg: segnalazione maltrattamento animale ai sensi articolo 544 codice penale

Spettabile ufficio garante tutela animali comune di Milano,

Io sottoscritto Lorenzo Croce nato a RHO IL 23 APRILE 1964 nella mia funzione di presidente nazionale dell'associazione italiana difesa animali ed ambiente- aidaa con sede legale in pregnana milanese via roma 63,mi rivolgo a codesto ufficio diritti animali e a codesto servizio veterinario per informarvi di aver ricevuto una segnalazione relativa alla mal tenuta di un cane di proprietà del signor Marco Tosi residente al quinto piano di un palazzo di via Ingegnoli 25 a Milano.
Secondo la segnalazione ricevuta dalla nostra associazione il cane si trova a vivere perennemente sul balcone riparato solo da un telo verde (vedi foto allegate) la tapparella di casa rimane perennemente chiusa e non è chiaro se il cane, un simil pastore tedesco, sia munito di acqua e cibo, ma sopratutto secondo quando ci è stato comunicato il cane vive perennemente seduto in quanto non ha alcuna possibilità di movimento sul balconcino. Chiedo l'immediato intervento di controllo ed il sequestro dell'animale , noi stiamo provvedendo per una denuncia nei confronti del proprietario ai sensi dell'articolo 544 del codice penale. 
Confermo altresi di aver parlato con l'amministratore del condominio al quale ho girato le foto e la segnalazione e che si è dimostrato molto collaborativo nell'interesse del benessere dell'animale, fornendo tutte le informazioni a sua disposizione
In attesa si porgono cordiali saluti. 
Lorenzo Croce
per contatti 3926552051-3478883546



L'amministratore del condominio di via Ingegnoli 25 è lo Studio Brambilla Pisoni, Via Maiocchi 28 - tel. 02/29.51.27.80.

LA RISPOSTA UFFICIALE DELL'UFFICIO TUTELA ANIMALI DEL COMUNE DI MILANO CHE ANNUNCIA LA VISITA DI VIGILI ED ASL. TUTTI QUESTI DOCUMENTI SU RICHIESTA DELLA FORESTALE SONO STATI LORO TRASMESSI IN DATA 9 SETTEMBRE 


----Messaggio originale----
Da: segnalazionereati@libero.it
Data: 14/07/2014 16.28
A: <lori.ppn@gmail.com>
Ogg: I: intervento via Ingegnoli 25 Milano



----Messaggio originale----
Da: SBQV.UfficioTutelaAnimali@comune.milano.it
Data: 14/07/2014 12.40
A: "segnalazionereati@libero.it"<segnalazionereati@libero.it>
Ogg: intervento via Ingegnoli 25 Milano

Gentile Lorenzo,

La presente per informarla che, nel pomeriggio di oggi 14 luglio, il Nucleo Ambiente rifarà con l'ASL un'altro sopraluogo nell'appartamento di via Ingegnoli 25 dove è detenuto il cane.

Cordilai saluti

Gisella Perelli



                                              Per il Servizio Tutela Animali
                                                       



ServizioTutela Animali
Direzione Centrale Sport, Benessere e Qualità della Vita
Via Dogana 2
tel. 02 884. 62621   - fax 02 88463646  
www.comune.milano.it/milanoanimali

Ai sensi del D. Lgs. n. 196/2003, preciso che le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate e ad uso esclusivo del destinatario. Qualora il messaggio in parola Le fosse pervenuto per errore, La invito ad eliminarlo senza copiarlo e a non inoltrarlo a terzi, dandomene gentilmente comunicazione. Grazie.

SECONDA DENUNCIA PER ADRIANA LUCARIO


Seconda denuncia per la truffatrice Adriana Lucario nota per vendere i cani importati clandestinamente da Spagna e Bosnia e per le sole tirate da lei e dalle sue complici a veterinari, negozi di animali e quanto altro (se volete vi faccio tutto l'elenco): La nostra Adriana non solo truffa e chiede soldi alla gente per i finti pre e post affidi, ma essendo dipendente del tribunale ha avuto accesso agli atti riguardanti le denunce contro AIDAA ed il suo presidente e si è permessa di diffondere informazioni coperte dal segreto istruttorio e di falsificarne i dati. PER QUESTO STAMATTINA SI BECCA UNA NUOVA DENUNCIA. SE LA GIUSTIZIA HA DIPENDENTI SIMILI NON C'E' DA MERAVIGLIARSI PERCHE' PROCEDA DI QUESTO PASSO. 

CANI PER STRADA IN PROVINCIA DI SALERNO

Abbiamo ricevuto una richiesta di aiuto per salvare questi cani che vivono ai lati della strada di scorrimento veloce a Penta in provincia di Salerno. Noi ci stiamo attivando con le autorità locali e con i volontari del posto, se qualche volontario ha notizie ce le faccia avere.




mercoledì 24 settembre 2014

DANIZA, I CUCCIOLI E GLI AGGIORNAMENTI SULL'INCHIESTA

daniza. (foto ansa)
Come abbiamo promesso ogni settimana faremo un resoconto della situazione sulla vicenda Daniza che ci vede impegnati in prima linea per tutelare gli orsi e per smascherare il fungaiolo bugiardo che sostiene di essere stato aggredito dall'orso quando appare oramai evidente che non è vero. Ma andiamo con ordine e per capitoli.
CUCCIOLI DI DANIZA. ARRIVA L'INVERNO
Arriva il freddo, il primo per i due cuccioli di Daniza e i rischi che non ce la facciano a superare l'inverno se non vengono seriamente aiutati è altissimo. Nonostante la richiesta di sequestro per i due cuccioli e il loro trasferimento in un centro sicuro (al momento rimasta inevasa) le associazioni ENPA, AIDAA E LAV hanno chiesto la creazione di un pool di esperti di altissimo profilo sul posto che possano nei prossimi mesi seguire i cuccioli, ma ovviamente per noi rimane primaria la cattura e il trasferimento dei cuccioli in un centro specializzato. Al momento è passato un mese dal decreto di cattura (e morte) di Daniza ma nulla è stato fatto per tutelare i suoi cuccioli, stiamo al momento valutando eventuali nuove azioni legali.
CUCCIOLI NON SIANO META TURISTICA
Un altro fenomeno che le associazioni, tra le quali la nostra, stanno denunciando il questi giorni riguarda la possibile trasformazione di questi due cuccioli in meta turistica con gruppi organizzati che si inseriscono nei boschi alla loro ricerca, sarebbe un gravissimo atto.
ANCORA NESSUN INDAGATO PER MORTE DANIZA
Al momento rimangono vuoti i fascicoli di indagine della procura di Trento in merito alla morte di Daniza, nel senso che non ci sono ancora iscritti nel registro degli indagati, delicata la posizione del fungaiolo da noi segnalato come mentitore, l'inchiesta per quel poco che si può dire durerà ancora un po di tempo e pensiamo che verso la metà del mese di ottobre possano esservi i primi clamorosi sviluppi.

RHODENSE. UN ESTATE DI LITIGI PER GLI ANIMALI DI CASA


Rho (24 settembre 2014) – Cani che abbaiano, cani lasciati negli spazi pubblici senza guinzaglio, cani che salgono in ascensori e gatti che girano negli spazi condominiali facendo arrabbiare chi non ama gli animali. Questi sono stati i quattro motivi delle oltre 100 liti condominiali avvenute tra luglio ed agosto nella zona del Rhodense per le quali le persone si sono rivolte al tribunale degli animali di AIDAA chiedendo consigli su come comportarsi. In particolare i paesi più litigiosi sono stati oltre ovviamente a Rho che ha fatto registrare ben 44 richieste di consulenza al tribunale degli animali in quasi tutti i casi per motivazioni legate all'abbaio notturno e diurno dei cani e in molti casi ad avere ragione erano i vicini infastiditi in quanto i proprietari uscendo la mattina per recarsi al lavoro o a fare commissioni lasciavano i cani in casa soli tutto il giorno con l'ovvia conseguenza che gli stessi abbaiassero. Dopo Rho il numero maggiore di litigi dsi è registrato a Settimo Milanese e Cornaredo con rispettivamente 13 e 11 richieste di consulenza, in questi due paesi oltre alle problematiche dei cani in condominio sono emerse anche problematiche legate alla mancata raccolta delle deiezioni dei cani per strada ed in due casi le lamentele hanno riguardato i gatti, in particolare una a Cornaredo con una richiesta di consulenza per un gatto che in un cortile di via Ponti ogni giorno immancabilmente faceva la pipì sullo zerbino della vicina, in questo caso il tribunale degli animali ha risposto invitando il proprietario del gatto a munirsi di lettiera dentro il proprio domicilio. A Pregnana sono state 7 le segnalazioni una reiterata dei mesi scorsi riguardava i gatti del condominio di Via Cervi che vengono fatti oggetto di lanci di sacchetti di plastica pieni d'acqua, vicenda questa che dopo essere stata segnalata ai vigili è al vaglio del settore legale di AIDAA per una eventuale denuncia penale dei responsabili. Sempre a Pregnana due segnalazioni anonime riguardano l'abbaio di cinque cani di proprietà in una palazzina della zona sud del paese anche in questo caso si sta valutando la richiesta di intervento del servizio veterinario ASL essendo una situazione a rischio. Liti condominiali quasi assenti invece a Lainate e Vanzago dove le segnalazioni sono state solo due per ciascun paese per le solite questioni dei cani in condominio. “Tenere un animale in condominio è un diritto sacrosanto per il quale ci siamo battuti e ci battiamo- ci dice Lorenzo Croce presidente di AIDAA- e la stragrande maggioranza dei proprietari se ne occupa in maniera perfetta e diligente, ma purtroppo ci sono dei proprietari che invece se ne fregano o non conoscono le regole, in questo caso noi abbiamo messo a disposizione gratuita il volumetto MICIO E FIDO IN CONDOMINIO che può essere richiesto gratuitamente via email scrivendo a direttivo.aidaa@libero.it il volumetto contiene tutte le regole da rispettare per una civile convivenza condominiale tra famiglie con animali e le altre famiglie”.

martedì 23 settembre 2014

ABBATTE FAGIANO A CACCIA CHIUSA. DENUNCIATO



CITTA' DELLA PIEVE - Girava tranquillamente con il fucile nelle campagne del comune di Città della Pieve, dopo aver abbattuto un fagiano in un giorno in cui la caccia era chiusa. L'uomo, residente nel pievese, è stato fermato nella mattinata di ieri da una pattuglia dei carabinieri della stazione di Chiusi Scalo (Siena), mentre transitava in località Po Bandino. I militari sono intervenuti dopo aver udito un colpo di fucile nella zona. L'uomo è stato colto in flagranza di reato con in mano ancora il selvatico, appartenente alla specie fagiano, appena abbattuto. 
A supporto dei militari è intervenuta anche una pattuglia della polizia provinciale di Perugia. L’uomo è stato denunciato, mentre fucile e selvaggina sono stati sequestrati e posti a disposizione della magistratura.

UN ESTATE DI LITIGI PER I CANI CHE ABBAIANO

UN ESTATE DI LITIGI PER I CANI CHE ABBAIANO
cane sul balcone - foto di repertorio


Roma (23 settembre 2014) – E' stata un estate di litigate in condominio aventi per oggetto i cani che abbaiano. Infatti questa estate, forse anche a causa della crisi che ha accorciato o annullato del tutto le vacanze per molte migliaia di famiglie italiane, è stata l'estate con il più alto numero di litigate in condominio legate alla presenza degli animali domestici. Complessivamente sono giunte allo sportello di AIDAA tribunaleanimali@libero.it e al telefono amico AIDAA qualcosa come 2.123 richieste di intervento tra il 1 luglio ed il 31 agosto il che equivale a circa 35 litigate al giorno tra condomini. In oltre 1.300 casi il motivo del litigio e della conseguente richiesta di consulenza o consiglio ad AIDAA era per l'abbaio dei cani in condominio nelle ore notturne (con le finestre aperte il problema si moltiplica), a seguire (circa 400 casi) problematiche legate ai cani negli spazi comuni in particolare cani che lasciano peli in ascensore, o cani che girano liberi nei giardini condominiali senza guinzaglio e defecano senza che i padroni puliscano immediatamente. Non sono mancate le liti per i gatti di casa che attravesano i balconi della vicina o scavano nei giardini condominiali (circa 300 casi) infine alcuni casi curiosi hanno riguardato a La Spezia un problema di pappagallini che sul balcone cantano tutto il giorno infastidendo il vicinato e in provincia di Varese due galli che svegliano il vicinato con il canto alle 4 del mattino. Tra le città più litigiose spiccano Milano con 235 casi, Torino con 218, Roma con 155 e a sorpresa Parma con 132 litigi e Udine con 98 litigate segnalate nei due mesi. Tra le meno litigiose Palermo con solo 32 segnalazioni, Aosta con 21 e la meno litigiosa di tutte è stata a sorpres